ICOM_137. ICOMOGRAFIE: Storia. La proclamazione dell’Impero

 
iCOMOgrafie. Correva il maggio 1936

Il capolavoro dell’architettura italiana del XX secolo, la Casa del Fascio di Giuseppe Terragni, non è mai stato inaugurato. Forse a causa delle polemiche sollevate dai suoi costi, giudicati eccessivi, forse perché considerato, con le sue forme moderne e austere, troppo distante dalla retorica del regime. Questo non significa che non abbia trovato rapidamente un ruolo nel contesto del fascismo comasco, anche dal punto di vista scenografico.

Ne fanno fede le molte fotografie che documentano le adunate “di massa” sulla piazza (che si suole definire “sagrato”) antistante, occasioni nelle quali molto spesso la grande superficie bianca e “vuota” a destra della facciata viene utilizzata come supporto per enormi immagini di propaganda. Tra le altre, la più imponente adunata comasca è quella ritratta in questa fotografia, a volte presentata come inaugurazione dell’edificio, e che si riferisce invece alla proclamazione dell’impero, il 9 maggio 1936.

L’immagine ha sollevato in passato alcuni dubbi perché la piazza sembra troppo piena, ed è stata ritenuta in parte frutto di un fotomontaggio, anche perché compare in versione modificata sulla pubblicazione di “Quadrante” dedicata alla Casa del Fascio, senza il grande ritratto di Mussolini appeso alla facciata e con alcuni spazi vuoti tra la folla riempiti. Ma la fotografia è autentica, scattata da Luigi Mazzoletti, e fa parte di un servizio di cui si conservano anche altri scatti, in controcampo, che documentano un identico “oceanico” assembramento di persone.

Dovrebbe semmai suscitare qualche domanda il perché sulla pubblicazione che celebra la maggiore realizzazione del fascismo comasco si sia scelto di “censurare” il ritratto del duce.

Titolo: Adunata davanti alla Casa del Fascio
Autore: Luigi Mazzoletti
Soggetto: Folla in attesa dell'allocuzione
Data: 9 maggio 1936
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Archivio NodoLibri

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui