ICOM_128. ICOMOGRAFIE: Percorsi. La Strada Regina, una lunga storia

 

iCOMOgrafie. Strada Regina: un mito, ma anche un tracciato antico

La Strada Regina è un mito o forse un inganno storico e anche un errore toponomastico. Vecchie e nuove indicazioni la nominano “Strada Regina Teodolinda”; ma Teodolinda (regina dei Longobardi nel VII secolo d.C.) non ebbe in realtà nulla a che fare con questa strada che collega Como con il nord del Lario.

La Strada Regina è più antica e doveva esistere già in epoca preromana; il nome riconduce alla “Retia”, oppure al suo carattere “regio” (come dire: strada “statale”). Un rifacimento del tracciato si attribuisce ai Romani, che tuttavia la consideravano un percorso di appoggio per i collegamenti ai passi alpini (Spluga, Septimer, Maloja, Julier) preferendole la via d’acqua, da Como a Mezzola, più rapida e sicura.

La strada resta dunque poco più che una mulattiera e talvolta quasi un sentiero, anche abbastanza ripido, nonostante i continui lavori di riattamento e miglioramento che si susseguono nel corso dei secoli e – con maggiore frequenza – nei tempi moderni. È così che la Strada Regina è in realtà, oggi, un insieme di strade (anche tre o quattro) che a tratti corrono parallele, a tratti s’intersecano e si sovrappongono, costituendo quasi un “palinsesto” sul territorio, in grado di restituire – anche a occhi non specialistici – differenti organizzazioni urbanistiche ed economiche.

La Strada Regina è oggi una via di comunicazione tra le più belle d’Italia, che permette di godere della vista del lago e delle sponde opposte. Attraversando paesi e borghi diventa una stradina angusta; il viaggio è lento, ma consente di vedere da vicino belle ville, numerosi giardini e parchi (anche pubblici e visitabili) e molte chiese di interesse artistico. Strette viuzze si diramano dall’arteria principale salendo a frazioni più a monte o – all’opposto – quasi precipitando (con scalette ripide) verso le rive del lago. Fermarsi, per il turista, è un’occasione per scoprire improvvisi scorci e colori del lago e delle terre che lo circondano.

Titolo: Il ponte della regina Teodolinda sopra il torrente Albano a Dongo
Autore: Marianne Colston
Soggetto: Il ponte sull'antica Strada Regina
Data: 1820
Tipologia: Litografia
Provenienza: Archivio NodoLibri

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui