ICOM_112. ICOMOGRAFIE: Disastri. Le esondazioni del Lago di Como

iCOMOgrafie. La città di Como, da sempre, subisce l’invasione delle acque del lago. Una lunga storia di disastri

Il termine esondazione indica lo straripamento di acque che fuoriescono dagli argini o dalle rive, inondando le zone poste a quote altimetriche inferiori. Nella realtà del primo bacino del lago a Como, è l’innalzamento (anche veloce) delle acque a creare il fenomeno che è – allo stesso tempo – una curiosità, un richiamo turistico e soprattutto un disastro economico. Ne risentono le attività commerciali, la viabilità, lo stato delle strade, la gestione degli acquedotti e delle fogne e l’intera vita cittadina. Tuttavia il fenomeno dura pochi giorni.

La prima esondazione documentata è del 1431; altre ne seguono per mezzo millennio e fino al 2010, quando la sistemazione delle dighe a Olginate (Lecco) pone quasi fine alla fuoriuscita straordinaria del lago in piazza Cavour e nelle zone adiacenti (rendendo inutili i lavori delle paratie intrapresi nel 2007).

Dal XV secolo al XXI se ne contano centinaia e alcune molto estese in città, come quella del 1673 che raggiunge via Diaz e nel 1678 via Volta (entrambe segnalate da lapidi, visibili ancora oggi). Nel 1703 si ricorda che l’acqua arriva, all’interno del Duomo, ai pilastri degli organi.

I provvedimenti sono minimi e si limitano alla pulizia dell’alveo dell’Adda a Lecco (ghiaia da togliere e reti o nasse da evitare), mentre a Como, dopo il repentino innalzamento del livello stradale nel tardo medioevo, non si può far nulla se non sopraelevare, forse, qualche edificio come [1714] il Macello nuovo in Cortesella.

Delle esondazioni, dall’Ottocento, se ne occupano poeti, gazzettieri, vedutisti, pittori e poi fotografi. La stampa periodica offre ai lettori (anche europei) immagini pittoresche, curiose, efficaci per trasmettere l’eccezionalità dell’evento e la stranezza del fenomeno. Nel Novecento i quotidiani nazionali non perdono la notizia e poi arriva la televisione, che porta l’esondazione al livello dello spettacolo popolare. Anche come richiamo turistico.

Titolo: Como. Esondazione in via Plinio
Autore: Anonimo
Soggetto: Le acque del lago in via Caio Plinio II e in piazza del Duomo
Data: 1920 circa
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Archivio Carlo Fatrizio

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui