ICOM_100. ICOMOGRAFIE: Spettacolo. Il Supercinema Astoria

 

iCOMOgrafie. Supercinema Astoria: un grande cinema con 1200 posti per importanti eventi cinematografici

Il cinema esplode nel dopoguerra; cambiano le produzioni, si moltiplica l’offerta di film anche stranieri (spesso vietati dal fascismo); migliora la tecnica di ripresa, si inventano proiezioni in grande formato (ma l’Astoria precede di qualche anno l’invenzione di CinemaScope, VistaVision, Todd-AO) e nascono nuove sale cinematografiche, magari esclusivamente dedicate al cinema (e non più in condivisione con il teatro).

A Como, nell’ottobre del 1945, l’ingegner Luciano Trolli (con la collaborazione del giovane architetto Pietro Clerici) è incaricato di progettare un grande cinema in via Venti Settembre. Ne risulta in breve tempo (è inaugurato l’anno successivo) un edificio innovativo che prende il nome di NovoCine (poi diventerà Supercinema Astoria) che offre alla città una programmazione in “prima visione” su schermo di grandissimo formato (una novità per l’epoca) e sistemi di proiezione all’avanguardia (con le macchine poste sotto la balconata in asse con lo schermo per aumentare la luminosità). La sala è capace di contenere 1200 spettatori.

L’Astoria ottiene immediatamente successo perché si rivela adatto alle nuove esigenze degli spettatori (sedili più comodi, file allargate) e perché offre una programmazione di grande attrazione (film spettacolari, colossal, storici…). Non è teatro (non ha camerini né il palcoscenico ha spazio sufficiente) eppure compie qualche tentativo per messinscene semplici (ma l’altezza dalla platea e la ribalta alta oltremisura “spezzano” visivamente le gambe agli attori). Con l’inizio delle trasmissioni televisive [Rai, 1954] s’adatta anche a trasmettere programmi di successo (come Lascia o Raddoppia) collocando un piccolo televisore davanti a una platea e a una galleria esaurite. L’Esperimento (pur nei limiti della visione) ha grande impatto sul pubblico. Poi la televisione entrerà in ogni casa, cambiando le abitudini degli italiani e dei comaschi. L’Astoria chiude nel 1999. Abbattuto, riaprirà come multisala per un breve periodo.

Titolo: Supercinema Astoria. Interno
Autore: Anonimo
Soggetto: La sala del Cinema Astoria con platea e balconata
Data: 1950 circa
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Como. Archivio NodoLibri

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui