ICOM_097. ICOMOGRAFIE: Duomo. Incomprensibili simboli

 

iCOMOgrafie. La comunità comasca rappresentata sulla facciata del Duomo di Como

Il Duomo di Como è una grande collezione di rebus. Gli artisti si son divertiti a collocare, tra santi e nobiltà, figurine bizzarre (il serpentello nell’acquasantiera, la rana, il mostro, il diavolo, la morte…) e parecchi enigmi. Non tutto quel che si vede (e non si comprende) è semplice decorazione perché – a guardar bene – si ha il dubbio che talune immagini vogliano dirci qualcosa.

È il caso del “rilievo” in facciata visibile (ad altezza d’uomo) sulla prima lesena (d'angolo) che raffigura una sorta di “monte” chiuso da un cartiglio. Federico Frigerio, architetto della Fabbrica e cultore della Cattedrale, nel 1953 così lo descrive: “Una interessante quanto ingenua rappresentazione di una specie di Sacro monte disseminato di castelli, case e chiesette, e coronato da una più grande chiesina…”.

Tale spiegazione – invero superficiale – non soddisfa Enrico Lecci che, dopo una trentina d’anni, osserva meglio e offre un’interpretazione più convincente riportando all’araldica e dunque a una simbologia essenziale, ma chiarissima.I “monti” (che in araldica indicano grandezza, sapienza e dignità) sono sei e di dimensioni sempre maggiori: dai due piccoli, ai tre medi, al sommo che li comprende tutti. Su ciascuno un edificio: sul più grande sta un’enorme chiesa con altissima croce; sotto – al centro – un torrione esagonale; ai lati due chiese. Sui monti piccoli stanno due castelli con mastio. Sul monticello di sinistra vi è anche una casetta; su quello di destra un’altra piccola chiesina e alcune casette.

Lecci vede la comunità comasca. Dal basso: da una parte Coloniola e all’opposto Borgovico; sopra vi è il Municipio e attorno le parrocchie; sopra tutto la Cattedrale che domina e protegge, ovviamente. Attorno, il cartiglio che ammonisce: “Per avere perfetta unità operate per la pace, l’amore e la carità”. 


Titolo: Il Monte della città di Como
Autore: Anonimo
Soggetto: La comunità comasca
Data: XV secolo
Tipologia: Bassorilievo
Provenienza: Como. Archivio NodoLibri

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui