ICOM_076. ICOMOGRAFIE: Politica. Luoghi di ritrovo

 

iCOMOgrafie. Barbieri. "Qui si fa politica": non era scritto, ma era un'abitudine diffusa

È scritto “Qui non si fa politica” su certi cartelli messi nei luoghi pubblici a monito dei chiacchieroni e dei politicanti che, con le parole, i contatti, le amicizie possono mettere a repentaglio la sicurezza. La legge vieta gli assembramenti non autorizzati anche se improvvisati. Il fascismo restringe ogni possibilità di dissenso e limita – anzi condanna – la libertà di parola.

Non dai barbieri, dove la chiacchiera è (o sembra) inevitabile e la confidenza tra barbiere e cliente è garantita dalla consuetudine, dalla familiarità, dalla quotidianità. Non mancano tuttavia i controlli (i questurini girano per gli esercizi ascoltando quel che i clienti non dovrebbero dire e fanno rapporto a fine giornata…).
Le barberìe a Como sono numerose e svolgono un ruolo fondamentale sia per la raccolta d’informazioni che per lo scambio di idee che – ovviamente – i fascisti comaschi considerano sovversive. E lo sono (come i fatti della Resistenza dimostreranno).

Giordano Azzi [1910-2002], appassionato testimone della storia tra le due guerre, in Barberia e politica (1983) cita, tra gli antifascisti e le vittime della repressione poliziesca, la figura del barbiere Ercole Bianchi. Bianchi, detto Erculìn, ha bottega in Cortesella (poi in via Vittani) ed è un attivista socialista, poi comunista. Per le sue attività di opposizione (la sua barberia è un centro noto per l’incontro di politici antiregime) va spesso al confino (in tutto passerà nove anni tra isole e luoghi di pena), lasciando la gestione dell’attività a dipendenti e al figlio Enrico. Morirà dopo la Liberazione, nel 1950, e dopo aver visto che il suo impegno e il sacrificio di molti antifascisti è servito a liberare l’Italia.

Titolo: Ercole Bianchi in Cortesella
Autore: Luigi Mazzoletti
Soggetto: La Cortesella prima della demolizione
Data: 1934
Tipologia: Fotografia (n. 12 del rilievo della città murata)
Provenienza: Archivio Nodo

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui