ICOM_074. ICOMOGRAFIE: Natura. Spina Verde, un parco dietro casa

 

iCOMOgrafie. Tra Baradello, sentieri, baite

Sospinto alla ribalta delle cronache dalla contingenza, così come il fuoco che lo lambisce dal vento, il Parco Regionale Spina Verde merita senza dubbio uno sguardo attento, per le sue straordinarie caratteristiche paesaggistiche, naturalistiche, faunistiche, geologiche, archeologiche, panoramiche e turistiche.

Esso deriva il proprio particolare nome dal fatto di innestarsi come una vera e propria “spina dorsale verde” a coronamento del lato ovest della Convalle, in simmetrica consonanza col colle di Brunate e i relativi declivi (meno scoscesi e – per questo – ormai definitivamente assediati da un'edificazione inarrestabile e caotica). La fortuna di queste alture è di essere state già da anni (maggio 2006) inserite in un contesto di tutela e valorizzazione di ambito regionale.

Dovrebbe sicuramente essere considerato un vanto cittadino il poter disporre di un parco di tale estensione a pochi minuti di cammino dal centro città. Una possibilità non ancora pienamente colta, in quanto pochi conoscono l'ubicazione e le innumerevoli opportunità di questo polmone verde.
Sono ben 13, infatti, i diversi itinerari accessibili per compiere agevoli escursioni. Diademi di rustica bellezza sono poi le numerose baite poste a coronamento dei versanti, lungo la dorsale collinare, tra le quali si possono ricordare le baite Elisa, Pianvalle, Monte Croce, Monte Goj.

Molto suggestivo è il Parco delle Rimembranze, uno dei punti più caratteristici del parco, posto tra il colle del Baradello e quello del Respaù. Progettato dall’ingegner Carlo Ponci nel 1932, è caratterizzato da perfette geometrie arboree (ora inevitabilmente compromesse dal naturale accrescimento della vegetazione). Il luogo si configura come un’area “a catino”, caratterizzata da un totale silenzio che invita al naturale raccoglimento.

Titolo: Spina Verde. Parco delle Rimembranze
Autore: Antonio Mandelli
Soggetto: Il Parco delle Rimembranze da poco ultimato
Data: 1935
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Archivio Nodo

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui