ICOM_058. ICOMOGRAFIE: Carnevale. Lunedì grasso ma non troppo


iCOMOgrafie. Carnevale: ultimi giorni (quello romano); ultima settimana (quello ambrosiano)

Il lunedì è giorno di riposo del Carnevale e di grandi preparativi per il Martedì grasso (questo a Como e nei paesi di rito romano; per quelli di rito ambrosiano il Carnevale continua fino al sabato successivo: è un’antica e consolidata tradizione; una particolare eccezione per l’area milanese). Chi si mette in costume lo prepara con cura e nel giorno del finale (cioè il Martedì grasso) sfilerà in pompa magna per le strade o si esibirà nelle feste pubbliche o nelle case.

Il lunedì è giorno di scuola anche se – talvolta – ridotto alla sola mattina. Il pomeriggio c’è già luce sufficiente per ritornare in piazza e chi si è trattenuto (la forza scatenante di questi giorni è al massimo) si organizza in bande armate, per riprendere e restituire – colpo su colpo – gli attacchi dei giorni precedenti. Le piazze principale di città e paesi sono ricoperte di coriandoli e stelle filanti.

I genitori sono al lavoro e lasciano ai nonni l’impegno di portare i nipoti in piazza, mascherati. Molti bambini e bambine si sentono (dalle mamme e dalle nonne) obbligati ad interpretare le solite parti di pagliaccio triste, di papere traballanti, di spazzacamino affumicato con tappo, di damina costretta in vestitini impossibili. Solitamente, i più piccoli interpreti – infagottati e protetti dal freddo con sottotutine e triple magliette – piangono tutto il tempo, opponendosi alla prova finale della piazza, innervosendo le mamme che non riescono a comprendere tanta incredibile mancanza di collaborazione. Nelle piazze, gli ambulanti vendono di tutto: coriandoli e stelle, bombolette e maschere, vestitini usa e getta (la vera novità del tempo).

I ragazzi più grandi (ovvero gli adolescenti) stanno perlopiù a guardare: incapaci di credere che si possano buttare via dei bei giorni di vacanza scolastica per lanciare pezzetti di carta colorata in faccia agli amici e per arrivare, depressi e sconsolati, a farsi cospargere il capo di cenere il giorno dopo, un triste mercoledì.

Titolo: Bambina in maschera
Autore: Anonimo
Soggetto: Mascherina di Carnevale
Data: 1960 circa
Tipologia: Fotografia
Provenienza. Como. Archivio Nodo

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui