ICOM_047. ICOMOGRAFIE: Mestieri. Le botteghe fantastiche

iCOMOgrafie. Como produce: laboratori artigiani e piccole industrie sono attive dentro e fuori le mura

Creatività all’infinito e produzione di ogni cosa. Questa è Como e la sua provincia per tutto un secolo dalla fine dell’Ottocento fino a quasi l’avvento del nuovo Millennio. Una produzione che non è solo tessile o del mobile (come si potrebbe pensare), ma – persino – di strumenti musicali e con ampia varietà di catalogo.

Molto note alcune attività del settore (produzione e vendita): Baragiola e Zeppi (spartiti e dischi), Barbaglia (pianoforti), Gorli (pianoforti e autopiani); organi e organetti da Lissi e anche Proserpio. Un negozio di musica è Luzzani.
La bella foto di Antonio Mandelli è del 1928 e documenta un mestiere trasformato: il “liutista” (oggi è chi suona) e il “liutaio” ha molto trasformato l’attività.

La foto Mandelli è di un laboratorio (con vendita sulla strada) al civico 9 di via Volta; dunque in pieno centro (dove lavora anche la ditta Sampietro, famoso fabbro).
Il fotografo è della stirpe dei Mandelli – che operano in città per quasi un secolo – ed ha lo studio proprio nella stessa strada del liutista, che è Clemente Romano.

L’immagine mostra con chiarezza la qualità e la varietà del lavoro dell’artigiano: Clemente Romano è in grado di realizzare strumenti ad arco (violini, violoncelli); evidentemente anche arpe (a meno che non si tratti di una riparazione, ma non sarebbe stata mostrata al centro della scena) e ovviamente di ogni dimensione. Lo dimostrano le numerose “forme” appese al muro (come si usa nei laboratori), le seghe per legno e ferro, l’infinita serie di scalpelli e scavini e la gran quantità di morse e morsetti adatti a tenere i vari pezzi incollati. Poi le latte della colla e delle vernici.

Il camino è solo un deposito di avanzi di lavorazione. Al centro è la stufa: per riscaldare, certamente, ma anche apparecchio necessario per la piegatura dei legni e per scaldare (o ammorbidire) colle e paste per le lucidature. Notare la sedia nera: più che un mobile per riposarsi sembra una tavolozza per provare colori e vernici; ed è lucidissima.

Titolo: Clemente Romano, liutista
Autore: Antonio Mandelli
Soggetto: Laboratorio di liuteria
Data: 1928
Tipologia: Fotografia pubblicitaria
Provenienza: Como. Collezione Oscar Ferretti

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui