ICOM_033. ICOMOGRAFIE: Gruppi. Gite domenicali

 

iCOMOgrafie. Allegria ed entusiasmo nelle prime gite collettive e anche tanta insicurezza

Niente era più eccitante di una gita parrocchiale. Non c’è altro: non ci sono ferie estive anche se le aziende maggiori lasciano giorni di vacanza agli operai e agli impiegati, ma le famiglie restano a casa. Pur concedendosi qualche puntata al Lido di Villa Geno costruito tra gli anni 1950-1952 (progetto dell’architetto Fulvio Cappelletti) con lo scopo di dare struttura stabile alle spiagge che già nel periodo tra le due guerre erano, con quelle di Villa Olmo, mete preferite dai comaschi durante il periodo estivo. Il mare è ancora lontano.

I comaschi vanno per baite, sui monti di Brunate, al Bisbino, al Monte Croce, al Monte Goi. Poca strada. Viaggi brevi percorsi a piedi o con le filovie fino ad Albate, a Camerlata, o in funicolare per i monti brunatesi.
In questo contesto le parrocchie sono le più efficienti agenzie di viaggio. I mezzi erano i treni popolari e le corriere, ma raramente.

Sul finire degli anni Quaranta tuttavia è forte il desiderio di conoscere altri luoghi anche lontani. Le “gite” parrocchiali, aziendali, sono ai luoghi di preghiera (santuari o celebri chiese) e alle città in genere, ma non ancora riconosciute come “città d’arte”. Non sempre – difatti – è prevista la visita a musei o pinacoteche.
Sono gite semplici che durano una giornata e che hanno – spesso – il punto centrale nella celebrazione di una messa. Si parte all’alba e al tramonto si deve essere nuovamente a casa, anche perché il mezzo di trasporto non concede né lussi né protezione.

Talvolta è un autocarro o un camion con rimorchio (come questo, usato per una gita da Villa Guardia a Genova). Si viaggia seduti sul pianale, ma talvolta portandosi appresso le panche prese dall’oratorio o dalla chiesa. Nessuna assicurazione, niente sicurezza, ma tanta allegria. Con un pizzico d’incoscienza.

Titolo: Villa Guardia. Gita a Genova
Autore: Antonio Pini
Soggetto: Gitanti su rimorchio di autocarro
Data: 1947-1948
Tipologia: Fotografia
Provenienza. Franco Sampietro

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui