ICOM_011. ICOMOGRAFIE: Lavandaie di fiume e di lago

 

iCOMOgrafie. Le lavandaie: figure che compaiono in molte immagini pittoresche, ma che lavorano duramente

Nell’era della modernità esiste il “prima” e il “dopo” lavatrice. Una vera rivoluzione domestica che cambia usi e costumi trasformando un mestiere (la lavandaia) in un esercizio (commercio e artigianato) meglio organizzato e più correttamente retribuito. Prima (prima degli anni Cinquanta al tempo della diffusione delle lavatrici in Italia) il lavandare era una fatica quasi esclusivamente femminile e non sempre aiutata dai maschi di casa.

Talvolta, se il luogo di lavoro (lavatoio, fiume o lago) era distante, marito e figli aiutano nel trasporto dei panni sporchi (poi puliti e pesanti, perché ancora umidi) e nell’uso delle attrezzature necessarie.
Nei luoghi d’acqua, con ampie o lunghe rive, i lavatoi sono numerosi eppure – ancora – si preferisce recarsi al lago (come a Como in zona Sant’Agostino, ma anche alla foce del Cosia o del Breggia) sfruttando l’acqua sempre rinnovata (ma non pulita, a causa degli scarti chimici e cromatici riversati dalle industrie tessili).

Le lavandaie di lago hanno un’attrezzatura semplificata: l’asse (lavatoio, vivaio, truògolo), il secchio (conca, mastello), la cesta dei panni, la ciotola della cenere (ranno), il panno di canapa (ceneràcciolo) che copre il bucato, lo stenditoio (forche), il sapone… altra attrezzatura stava in casa, nei cortili.
Innumerevoli sono i dipinti, le stampe, le fotografie che fissano il lavoro delle lavandaie. Sono immagini quasi sempre pittoresche, ma ben rappresentano la scansione di un lavoro femminile durato nei secoli e indispensabile per la prima igiene delle comunità.

Spesso le lavandaie si riuniscono in gruppi (per sostentarsi, parlare, condividere le operazioni). Questa foto è ripresa a Lenno (anni Cinquanta): le lavandaie sono in posa, ma il lavoro è vero. Sembrano appartenere a tre generazioni. Il mastello è d’alluminio (e non più di vimini); l’asse è meno precaria del solito (indica professionalità e competenza). Sono allegre anche se il loro povero mestiere sta per scomparire.

Titolo: Lavandaie a Lenno
Autore: Ignoto
Soggetto: Lavandaie alla riva di Lenno
Data: Novecento, anni Cinquanta
Tipologia: Foto
Provenienza. Archivio Nodo 

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui