ICOM_009. ICOMOGRAFIE: Como e Convalle nel Seicento

 

iCOMOgrafie. Un pittore del Seicento fissa l’immagine della città di Como: una precisa testimonianza

La Veduta della città di Como dalla Spina Verde era attribuita a Domenico Caresana (1568-1619), ma l’Autore non è identificato. La Veduta è databile circa al 1640 (dall’osservazione degli edifici) dunque eseguita dopo la morte del Caresana. Si tratta di una immagine utile per conoscere Como nel Seicento.

In primissimo piano c’è il convento di San Giovanni in Pedemonte (che ha dato nome alla stazione RFI). Costruito nel XIII secolo (ora zona galleria Santa Marta) fu distrutto (per cavarne pietre) nel 1812; arredi e patrimonio d’arte sono stati venduti o collocati in altre chiese (anche ai Musei civici). Una linea d’alberi segna la città quasi al centro: è il Cosia. Seguendo il torrente, verso il lago, si nota il Borgo di Vico, la chiesa di San Giorgio (quasi finita la facciata) e Villa Gallia (con ampia loggia).

Di qua e di là dal Cosia sono ancora ampi prati e orti. Al centro, il grande convento di Santa Margherita (sconsacrato nel XIX secolo e ora sede di abitazioni); la chiesa è demolita negli anni Cinquanta. A sinistra del convento: il Collegio Gallio e il Borgo di Porta Sala (ora via Gallio); poco sopra Porta Sala (con il rivellino). A destra di Santa Margherita: San Girolamo e, distaccato, San Pietro Celestino (Crocefisso).

La città è “murata”: si leggono bene le case, la zona del porto e le mura (con contrafforti). Tre torri (che oggi chiamiamo Gattoni, Porta Torre, San Vitale). Al centro spicca il campanile di San Fedele e, poco distante, si vedono perfettamente il Duomo, il Broletto con la Torre e il Castello della Torre rotonda.
A sinistra: la chiesa di Sant’Agostino è un poco sopraelevata e la riva del lago porta verso l’attuale punta di Geno (allora Lazzaretto e chiesina di San Clemente). La collina di Brunate fa da sfondo con in cima una croce di cui – oggi – s’è perduta la memoria.

Titolo: Panorama della città di Como
Autore: Non identificato (già attribuito a Domenico Caresana)
Soggetto: La città vista da ovest
Data: 1640 ca.
Tipologia: Dipinto a olio
Provenienza. Como, Pinacoteca civica

 

Per altre schede torna alla sezione iCOMOgrafie, clicca qui