ICOM_007. ICOMOGRAFIE: L’arrivo dei Re magi

 

iCOMOgrafie. Un affresco in San Fedele narra, con precisione e significato, l’arrivo dei Re Magi

Gaspare, Melchiorre e Baldassarre. Un trio celebre, molto rappresentato; anche nella basilica di San Fedele a Como vi è un affresco di grande interesse. La scena è complessa: il cielo è solcato di nubi. I tre Re Magi sono giunti a destinazione e trovano Maria, Giuseppe e Gesù (non più neonato). La casa in cui la famiglia accoglie i Re Magi è in costruzione; di forme rinascimentali è il portico coperto da un tetto a capriata, solido e nuovo. Un muro divide lo spazio facendo da sfondo. Ingombra la scena ed evidentemente sta per essere sostituito; è il confronto tra “vecchio” e “nuovo”.

Tre cherubini canterini, provvisti di spartito, scherzano sulla nube poggiata sul tetto da cui spunta un ramicello d’olivo (la pace universale). In cielo si vede la stella cometa (la “stella della profezia”) la cui scia di luce si stende verso il luogo d’incontro tra Gesù e i Re Magi. Dietro i tre Magi i dignitari ostentano un certo distacco. Paggi e gli scudieri accrescono la confusione.

Dei Magi il più giovane, Baldassarre, nero di carnagione, sta in piedi e non porta corona; il secondo, Gaspare, uomo maturo, attende che il servo gli passi l’anfora d’oro con coperchio; il terzo, Melchiorre, il più anziano, è inginocchiato davanti a Gesù. Il suo dono è già passato dalle mani di Gesù a quelle di Maria, infine a quelle di Giuseppe.

I Magi sono riccamente vestiti anche se la foggia è più fiabesca che reale, ma sta ad intendere l’esoticità, la ricchezza, la potenza, la forza. Infatti, sono anche armati (ma la spada è simbolo di giustizia). Tuttavia, davanti al bambino, esprimono l’umiltà: il vecchio Magio è inginocchiato e s’è tolto la corona. Gesù ha un’espressione birichina e sembra divertirsi molto.

Titolo: Adorazione dei Magi
Autore: Ignoto
Soggetto: Consegna dei doni a Gesù Bambino
Data: XVII secolo
Tipologia: Affresco
Provenienza. Como. Basilica di San Fedele

 

Per altre schede torna alla sezione iCOMOgrafie, clicca qui