ICOM_001. ICOMOGRAFIE: Il brand “Lario” nel 1930

 

iCOMOgrafie. Negli anni Trenta, gli operatori turistici presentano l’originalità e le bellezze del Lario

Il Lago di Como non è “nel” mondo, ma è “il” mondo. Così la pensano i committenti e in tale senso il grande pittore e illustratore Marcello Dudovich realizza facendo esplodere la Y rovesciata del Lario dal globo terracqueo, illuminandola dalla costellazione “Lago di Como”. Una notevole immagine che la Sezione Alberghi e Turismo di Como pubblica, nel 1930, in una brochure interamente dedicata alla storia, alle bellezze, agli eventi del Lago di Como. L'intento è chiaro: fornire notizie storiche ai turisti e dare indicazioni sugli itinerari, le località “amene” e “i migliori alberghi del Lago”.

Le montagne, le colline, le spiagge e la Brianza fanno da sfondo ad attività escursionistiche, culturali e sportive e ogni villeggiante può godere di bellezze e comodità. Al pittoresco dei paesini che si affacciano sul Lario si affianca la modernità dei battelli, la velocità dei motoscafi e la novità degli aerei idrovolanti. Si segnala la presenza di personalità conosciute (testimoni dell’offerta turistica) e la possibilità di godere paesaggi e percorsi ancora incontaminati seguendo strade statali e provinciali quasi deserte. Il Lago di Como non è uno dei tanti luoghi turistici, ma è il “luogo” dell’eccellenza.

I testi della brochure sono di Augusto Giacosa. Il fascicolo è arricchito da quattro tavole a colori (Primavera, Estate, Autunno e Inverno) del pittore Luigi Gin Binaghi.

Titolo: Lago di Como
Autore: Marcello Dudovich [1878-1962]
Data: 1930
Soggetto: Immagine del Lario nel mondo
Tipologia: Manifesto
Provenienza: Biblioteca Nodo

Per altre schede torna alla sezione iCOMOgrafie, clicca qui