Milano. Mostra alla Biblioteca Ambrosiana

 

Per la prima volta apre al pubblico il caveau della Biblioteca Ambrosiana


Acque della Lombardia medievale
Dal 6 ottobre al 11 novembre 2015
Milano, Veneranda Biblioteca Ambrosiana


Per la prima volta nella sua storia, la Biblioteca Ambrosiana apre il proprio caveau per esporre una preziosa selezione documenti medievali di grande valore storico. La mostra Acque della Lombardia medievale, in programma dal 6 ottobre al 11 novembre 2015, alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano, presenterà 12 pergamene risalenti al periodo tra il IX e il XII secolo, che hanno come oggetto i paesaggi e le vie d'acqua lombarde, in grado di raccontare la vita quotidiana in ambito medievale, sottolineando quanto questo elemento naturale fosse di primaria importanza nella vita dell'intera regione.

L'iniziativa, curata da Rita Pezzola e Federico Gallo, in collaborazione con il B.I.M. Bacino Imbrifero Montano dell'Adda e l'associazione culturale Ad Fontes, propone materiali unici come un documento imperiale col monogramma originale di Federico Barbarossa, una bolla pontificia di Papa Alessandro III, o ancora una cartula convenientiae del 1116, mai esposta prima, che segnala l'ubicazionedi un pozzo nelle adiacenze di Porta Ticinese a Milano.

"Il bene prezioso dell'acqua -­‐ afferma mons. Franco Buzzi, prefetto della Biblioteca Ambrosiana -­‐ è sempre stato occasione di "pace" e di "guerra" tra gli uomini: dai pozzi biblici di Abramo e Giacobbe, agli accordi faticosi per il controllo delle rogge in Lombardia, tra Medioevo e Ottocento, passando attraverso il tema moderno del Diritto commerciale a solcare i mari. La mostra, di grande valore storico - documentario, di Rita Pezzola e Federico Gallo in Ambrosiana, ci fa comprendere come questa tematica, assai variegata nei tempi, sia stata di casa anche da noi".

Il percorso espositivo, organizzato in sezioni tematiche, si configura come un lungo viaggio, partendo dalla Valtellina seguendo l'intero corso dell'Adda, per poi proseguire lungo il lago di Como; quindi, attraverso il Lambro ed il Ticino giungere al Po.


La mostra si configura come un'iniziativa dall'alto valore didattico. A tal proposito, per tutta la durata dell'esposizione, si terranno delle visite guidate gratuite per le scuole, solo su prenotazione: tel. 0342-213358; mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Per chiunque fosse interessato all'argomento, proponiamo il seguente volume:

Il Paese dell'acqua. I Luoghi Pii Elemosinieri di Milano e le loro terre: un itinerario nel paesaggio dal medioevo ai nostri giorni (Nodolibri Editore)

Attraverso una base documentaria di eccezionale valore, costituita dalle carte degli enti caritativi confluiti nell'Azienda di Servizi alla Persona Golgi-Redaelli, il volume affronta con un taglio multidisciplinare e un tono divulgativo i temi delle acque irrigue quali risorsa economica, ambientale e paesaggistica e come fattore determinante per l'evoluzione storica del territorio agricolo e per il sussidio alimentare alle classi povere di Milano. [ ... ]