Teatro. “Lo sguardo di Polifemo”: relazioni umane nell’era della tecnologia

70

Lo sguardo di Polifemo debutterà sabato 30 novembre alle ore 21 presso la Piccola Accademia in via Castellini 7, a Como, all’interno della stagione “Chiaroscuro” organizzata da TeatroGruppo Popolare.

Polifemo e Sirena, due giovani che si sono dati nomi dai riverberi antichi, immersi nella contemporaneità e nel mare del web, sono due solitudini che entrano in relazione. Il canto ammaliatore di lei e lo sguardo senza profondità di lui, in rete assumono nuovi significati.
Lo sguardo di Polifemo indaga e riflette sul tema delle relazioni umane nell’era della tecnologia. Pone attenzione all’impatto che la tecnologia, il web e i nuovi mezzi di comunicazione hanno sulla vita di tutti i giorni, sulle relazioni interpersonali e sull’essere umano, con uno sguardo particolare alla diversità.

Polifemo e Sirena si incontrano grazie a Masterweb, una presenza che li accompagna nel corso della storia, sono immersi in una tecnologia pervasiva, con cui bisogna fare i conti, che li aiuta a superare i propri limiti e nel contempo li priva di parti di sé. Lui non vede, lei non parla più, ma quando i due protagonisti si trovano faccia a faccia con la realtà e con i propri limiti, l’umanità, la storia personale, la memoria e il dialogo riescono ancora a prendere la scena.

Il testo, di Paolo Bignami, è pubblicato da La Mongolfiera Editrice. L’azione si muove tra registri diversi ed è interpretata da Christian Gallucci e Stefania Lo Russo due giovani attori che hanno alle spalle esperienze significative e sono guidati dall’occhio esperto del regista Marco Maria Pernich, direttore artistico di Studio Novecento.

Ingresso euro 10
Per informazioni e prenotazioni info@teatrogruppopopolare.it o 349 3326423 o 338 7985708