Teatro Fontana. Al “Festival Più che danza” protagonista la Trasformazione

52

Torna al Teatro Fontana di Milano il Festival Più che danza!, giunto alla sua sesta edizione e dedicato quest’anno alla Trasformazione: parola-chiave che al contempo racchiude in sé i concetti di cambiamento e di origine, di mutazione e di genesi.

Il Festival si svolge dal 26 novembre al primo dicembre sotto la direzione artistica di Franca Ferrari e vuole quest’anno farsi testimonianza del cambiamento della danza italiana.
È un festival “giovane”, con lo sguardo rivolto al futuro per la presenza di autori già affermati nonostante la giovane età e di quelli che si sono da poco costituiti come realtà produttive, fino ai giovanissimi (20-25 anni) di “Incubatore per futuri coreografi”, che presenteranno i loro primi “10 minuti”.
Nel corso di questi 6 giorni sul palco del teatro verranno presentate 18 performance a cui si alterneranno alcuni momenti di riflessione.

Daniele Ninarello, infatti, aprirà le serate del 26, del 28 e del 30 novembre con un ciclo di incontri dal titolo Invocazioni che vedranno la presenza di diversi ospiti: Mara Loro, Fabritia D’Intino, Emanuela De Cecco, Elisabetta Consonni, Maria Paola Zedda.

Il 27 novembre alle 18, invece, il Festival inizia con un incontro-convegno sull’argomento “Trasformazionecon la partecipazione della direttrice artistica del Teatro Fontana Rossella Lepore e di Alessandro Pontremoli, docente di Storia della Danza all’Università degli Studi di Torino; presidente della Commissione Consultiva MIBACT per la Danza.

Programma esteso su: www.teatrofontana.it


TEATRO FONTANA
Via Gian Antonio Boltraffio 21, Milano
+39 02 6901 5733