Musica. Rassegna "Jazz on the water"

 

 Tre musicisti legati dal filo dell'improvvisazione

Venerdì 12 Gennaio - Aperitivo dalle ore 19.00 /  Inizio concerti ore 21.30 circa
Villa Geno Bistrò - V.le Geno, 12 Como

Antonio Zambrini Trio
Antonio Zambrini – Pianoforte
Paolino Dalla Porta – Contrabbasso
Manhu Roche – Batteria

L’incontro tra questi tre musicisti di  talento ed esperienza si sviluppa sul filo dell’improvvisazione e della proposta di composizioni originali che hanno riscosso consensi e apprezzamento nei molti anni della loro attività, assieme alla rilettura di alcuni celebri standards della grande tradizione americana. .Il suono di questo trio si basa quindi sulla versatilità stilistica e sulla riconosciuta felicità espressiva dei suoi componenti, oltre che sulla loro vena compositiva sviluppata negli anni, e rappresentata in alcune proposte del loro repertorio.

Il formidabile batterista francese Manhu Roche è stato a lungo al fianco di Michel Petrucciani, all'inizio così come negli ultimi anni anni di carriera del grande pianista.. Poi, tra le sue ulteriori prestigiose collaborazioni, si possono citare Chet Baker, Jacky Terrasson, Cassandra Wilson, Kenny Wheeler, Pharoah Sanders, Dave Liebman, Miroslav Vitous, Joe Lovano…In Italia negli anni 80-90, assieme al bassista Paolino Dalla Porta ha formato una ritmica di eccellenza che ha accompagnato solisti del calibro di George Garzone, Maurizio Giammarco, Stefano Battaglia, Antonio Faraò tra gli altri.

Paolino Dalla Porta è, come noto, tra i massimi contrabbassisti in Italia e in Europa.. ha collaborato con un numero impressionante di artisti di tutto il mondo, tra i quali Dave Liebman, Lester Bowie, Michel Petrucciani, Kenny Wheeler, Paul Bley, Aldo Romano, Enrico Rava, Lee Konitz, Don Cherry, Pat Metheny, Paolo Fresu.. recentemente ha preso a far parte della leggendaria formazione “Oregon”, guidata come sempre dal grande Ralph Towner in un lungo tour europeo. Alla guida di svariate formazioni ha anche proposto con successo numerose composizioni originali, in ambito jazzistico, cinematografico, teatrale.

Antonio Zambrini prosegue un percorso che dalle sue numerose ed apprezzate composizioni si è spinto in diverse direzioni: suoi lavori recenti riguardano la musica di Nino Rota, (con il cd “Plays Nino Rota” del 2012), Gabriel Faurè (con il cd “Enfance” del 2011, con Simona Severini alla voce), il Prog inglese (“Songs from the Procol Harum Book”, Abeat 2010). Tra le collaborazioni recenti, Eliot Zigmund ( “Long distance” nel 2012), Rita Marcotulli ( “La conversazione” Abeat 2013), e più addietro Lee Konitz (serie di tre cd per Philology, 2008).

Informazioni:
Ingresso libero
Prenotazione cene: tel. 031.30.14.14 in orario di ufficio (Lun-Ven 9:30/17:00)
Sito. http://www.villagenobistro.com/