CamCom. Piano Nazionale Industria 4.0

 

 LA QUARTA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE E I PRESUPPOSTI ALLA BASE DEL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0

All'indagine congiunturale condotta da Unioncamere Lombardia è stato aggiunto un set particolare di domande, concernente un tema oggetto di molte riflessioni per i suoi risvolti economici (miglioramento della competitività aziendale) e sociali (mercato del lavoro e formazione): l'industria 4.0.

Il quattro si riferisce alla rivoluzione industriale in atto: la quarta. Non ci sono dubbi infatti, che l'accelerazione dello sviluppo e la portata dell'impatto delle tecnologie esistenti sia tale da poter usare senza troppe remore la parola "rivoluzione". Anche questa come le precedenti sembra destinata a cambiare la nostra storia: la prima rivoluzione ha moltiplicato la forza con il vapore, la seconda è stata generata dall'energia elettrica, la terza ha velocizzato l'elaborazione e trasmissione delle informazioni. "Ogni rivoluzione ha generato conseguenti cambiamenti organizzativi che, a loro volta, hanno determinato guadagni di efficienza e di ricchezza" e, aggiungiamo noi, trasformazioni sociali.

La quarta rivoluzione industriale sta mutando l'organizzazione di intere catene del valore, consentendo una crescente integrazione dell'impresa con le reti di fornitura e sub fornitura a monte e i clienti, intermedi e finali, a valle, generando una rivisitazione anche profonda dei modelli di business e degli approcci al mercato.

Le tecnologie abilitanti il paradigma 4.0 sono molteplici, sintetizzabili in tre ambiti:
1. Disponibilità di dati digitali e analitica dei Big Data: l’elaborazione e l’analisi di quantità enormi di dati (big data) a costi sempre più bassi (sensoristica a basso costo e cloud computing) permette decisioni e previsioni migliori su produzione e consumi basate anche sull’utilizzo di strumenti di virtualizzazione del processo produttivo, prototipazione rapida e intelligenza artificiale;
2. Robotica e automazione avanzata: nuove possibilità di interazione complessa uomomacchina permettono una riduzione degli errori, dei tempi e dei costi e un miglioramento della sicurezza dei processi anche attraverso la nuova manifattura additiva;
3. Connettività: l’intera catena del valore è interconnessa attraverso dispositivi e sensoristica intelligente (internet of things) utilizzando reti di connessione di nuova generazione.

Continua a leggere...

 

In un paese di poco più di un migliaio di persone il campo sportivo parrocchiale è il vero centro delle attività ricreative: attorno a questo rettangolo diverse generazioni hanno vissuto la propria infanzia e la loro adolescenza. Il Palio delle Frazioni racchiude in sé un pezzo della storia di Nesso e di ogni nessese.

 

 

La passione civile ha sempre animato Luigi Fagetti, indirizzandone la vita professionale e l'impegno sociale. Como: città sempre amata anche nei momenti di crisi.