Ricettario Femminile

143

WE- Donne per Expo e WCE- Donne Comasche con Expo. Un progetto di SistemaComo2015 e Jsc15.it in collaborazione con Camera di Commercio di Como, Provincia di Como e i Comuni di Como, Appiano Gentile, Bellagio, Cernobbio, Mariano Comense, Olgiate Comasco.
Con il contributo delle scuole di formazione: CFP Como, Enaip Como.
In collaborazione con Università Popolare Como Auser.

WE-Donne per Expo mette al centro del progetto la cultura femminile in quanto ogni donna è “depositaria di pratiche, conoscenze e tradizioni” legate al cibo e possiede la capacità di “nutrire” e “prendersi cura ” anche degli altri.

Con il progetto WE, le Donne dei 147 Paesi partecipanti a Expo Milano 2015 sono invitate ad esprimersi su “nutrire” il Pianeta e “nutrire” il Corpo perché la sostenibilità impone una nuova unione tra cibo e cultura. Tra ambiente e persone. Le artefici di questo nuovo percorso sono, saranno soprattutto le donne.

L’iniziativa WE è stata raccolta da SistemaComo2015 e coinvolge le donne che abitano oggi la provincia di Como. Donne nate in terre lariane e briantee; donne che hanno dovuto o scelto di abitarle.

Il progetto “Ricettario femminile” fa parte del percorso “La tavola lombarda”. Il Ricettario è scritto da donne che nella quotidianità praticano l’arte e la sapienza della cucina derivandola dalla loro storia personale e familiare; dalle tradizioni dei luoghi d’origine; dalle trasformazioni necessarie per il nutrimento della famiglia contemporanea.

Sono donne che provengono da paesi lontani, da altre città e regioni italiane, da culture differenti, da territori dove si coltivano materie prime inesistenti nel comasco e che vanno sostituite. Sono donne che elaborano nuovi modelli di cucina e nuove mentalità; anche nuovi gusti.

Il “Ricettario femminile” pubblicato giorno dopo giorno da Jsc15.it (alla voce “Ricette”) vuole riprendere e riportare esperienze e combinazioni frutto di culture differenti; perciò sono possibili sia le ricette originali sia le rielaborazioni sperimentate.

Le donne che scrivono il “Ricettario” fanno differenti mestieri o professioni; hanno ed esprimono culture lontane. Tutte raccontano le loro storie e perché quella o quelle ricette (se ne possono scrivere più d’una) sono significative nella loro vicenda personale o familiare.

Possono anche essere piccole varianti di ricette note e notissime: in cucina – come si sa – non esiste la banalità in quanto ogni scelta di piatto racchiude sempre una combinazione di situazioni: materia disponibile, tempo, gusto, desiderio…

Dal “Ricettario femminile” uscirà una piccola storia fatta da tanti racconti di donne, ma sarà una grande esperienza collettiva.