Report. “Io sono Cultura – Il sistema produttivo culturale e creativo dell’area lariana”

319

Nel dicembre 2019 Unioncamere e Fondazione Symbola hanno pubblicato la nona edizione del rapporto “Io Sono cultura. L’Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi”.
Il report è ormai uno strumento affermato per fare il punto sul ruolo della cultura e della creatività quale ambito economico strategico per le prospettive di sviluppo del nostro Paese.

Il focus è sulla cultura e sulla relativa filiera economica, costituita dai seguenti settori:
industrie creative (architettura, comunicazione, design, ecc.); industrie culturali propriamente dette (cinema, televisione e radio, editoria e stampa, software e videogiochi, musica); industrie basate sul patrimonio storico-artistico (ovvero su musei, biblioteche, archivi, siti archeologici e monumenti storici); performing art e arti visive (rappresentazioni artistiche, entertainment, convegni, fiere, ecc.); a questi si aggiungono le imprese “creative driven” che, pur non direttamente riconducibili al settore, impiegano in maniera strutturale professioni culturali e creative (come la manifattura evoluta e l’artigianato artistico).

In città e territori manifatturieri come quelli di Como e Lecco hanno un forte “peso specifico” attività “creative driven” spesso organizzate in forma distrettuale quali la meccanica innovativa, i mobili, il tessile per abbigliamento e per arredo, la nautica (che incorporano design sofisticato), il turismo, l’artigianato e l’agroalimentare (inclusa la ristorazione) con i loro prodotti tipici.

Il Report [scaricalo qui] analizza tali attività economiche selezionando le corrispondenti voci della classificazione Istat “Ateco 2007”. Una filiera articolata e diversificata, che comprende anche attività formative, commercio al dettaglio di prodotti artistici e culturali, trasporti, attività edilizie, ricerca e sviluppo per la loro componente innovativa e creativa.
Questi fattori sono alla base del concetto di “made in Italy” e, per la nostra area, di “made by Lario”, poiché incorporano e diffondono l’identità dell’area lariana.