Eventi. ComOn a Première Vision Paris

 

 ComON presente all'evento Première Vision Paris

ComON è presente a Première Vision, l’evento globale per i professionisti del settore tessile, con il concept NOW IS HYBRID, rappresentato dagli outfit degli studenti delle Scuole Superiori comasche e delle Università di Stile italiane, ispirati all’idea dell’ibrido.

A poco più di un mese dalla chiusura dell’exhibition nell’ex Chiesa di San Pietro in Atrio a Como, la decima edizione di comON Creativity Sharing approda a Parigi, per l’evento globale dei professionisti del tessile: Prèmiere Vision. La fiera, che si terrà da martedì 13 a giovedì 15 febbraio nel Parco delle Esposizioni Paris-Nord Villepinte, conta più di 1700 espositori e rappresenta uno degli eventi più importanti dello scenario internazionale di settore.

comON si presenta a Prèmiere Vision con il concept NOW IS HYBRID, studiato intorno all’idea di contaminazione e ibrido, e rappresentato da alcuni outfit selezionatidegli studenti delle Scuola Superiori comasche e delle Università di Stile italiane.

L'allestimento, che muove dalle idee di costruzione e contaminazione, gioca sul backstage di un evento, una sorta di dietro le quinte dove i manichini, i monitor e gli accessori simulano una moltitudine di personaggi interconnessi tra di loro. La costruzione dell'evento si evidenzia nell'utilizzo di tubi innocenti per la creazione delle impalcature: il fruitore - abituato a tenere lo sguardo ancorato alla realtà circostante - è obbligato ad alzare gli occhi verso l’alto. Il movimento, il suono e la metamorfosi dello spazio catturano lo spettatore e lo guidano nel percorso infinito della progettazione.

L’allestimento è curato da Monica Sampietro, ed è frutto della creatività degli studenti delle Scuole Superiori ENAIP CANTÙ, I.I.S. DA VINCI-RIPAMONTI CORSO MODA, ISIS DI SETIFICIO PAOLO CARCANO, LICEO ARTISTICO CASNATI ARCHITETTURA, FASHION E MULTIMEDIALE, LICEO ARTISTICO STATALE “F. MELOTTI” CANTÙ DESIGN MODA, e delle Università ACCADEMIA DEL LUSSO, LE SEDI DELL’ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN DI MILANO, ROMA, TORINO E ACCADEMIA DI BELLE ARTI ALDO GALLI IED COMO, ATENEO POST DIPLOMA ISGMD LECCO, NABA – NUOVA ACCADEMIA DI BELLE ARTI. Gli studenti hanno potuto realizzare le loro opere grazie al fattivo contributo di numerose aziende del distretto tessile di Como che hanno fornito loro la materia prima permettendo ad essi di dedicarsi alla riuscita dei loro progetti.

Il progetto comON

Nasce nel 2008 dalla passione di un gruppo di imprenditori lariani che, con il supporto di Unindustria Como, ha dato vita a un vero e proprio “hub della creatività europea” in grado di chiamare a raccolta a Como i migliori talenti dalle più prestigiose scuole di design e stimolare la contaminazione di idee con i giovani studenti locali, le realtà produttive del territorio e, più in generale, con la cultura e la passione tipicamente italiana per il mondo delle “arti”. Un progetto unico ed esclusivo nato per contribuire alla diffusione di “idee creative”, non solo avvicinando i migliori talenti alle aziende del distretto industriale di Como, ma anche promuovendo l’interazione fra realtà imprenditoriali differenti, Università, Scuole di formazione, giovani studenti, professionisti, testimonial e autorità in un laboratorio di formazione e contaminazione permanente.

comON da dieci anni si pone l'obiettivo di coinvolgere giovani talenti creativi in un intreccio di creatività, esperienza e sensibilità, in sinergia con il ricco tessuto delle eccellenze industriali lariane e non. Una piattaforma interdisciplinare per un evento lungo un anno in cui si alternano eventi, mostre, exhibition e contest di rilievo internazionale.

Now is Hybrid

Incroci, contrasti, contaminazioni. La contemporaneità varca l’era post-moderna e s’introduce in una dimensione dove forme, definizioni, generi, sfumano i loro rigidi confini ed i contrasti si sciolgono in inedite liquidità. Elegante e sportivo, fashion e outdoor, si mescolano sapientemente nella certezza che innovazione significa non accettare ciò che è scontato. Una libertà quasi estrema interpretata per la decima edizione di comON in una lettura nuova che esce letteralmente dagli schemi e fa dell’ibrido il must di quest’anno. Dieci anni di tendenze, esperienze condensate in un laboratorio scientifico dove tessuti e modelli prendono forma, attraverso la lente della progettazione creativa. E le ambiguità assurgono a protagoniste attraverso materiali che dialogano fra loro in un fraseggio apparentemente contradditorio che, al contrario, si risolve in uno stile fresco e innovativo, dove i contrasti si dissolvono in un crossover di tendenza e iconico.

La passione civile ha sempre animato Luigi Fagetti, indirizzandone la vita professionale e l'impegno sociale. Como: città sempre amata anche nei momenti di crisi.