Eventi. Centenario fine I° Guerra Mondiale

 

Continuano gli eventi dedicati alla commemorazione del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale

Sabato 29 settembre - ore 21.00
Sala consiliare del Palazzo della Provincia – Sondrio

GUERRA E PACE
Orchestra di Fiati della Valtellina

La formazione cameristica dei Fiati di Valtellina, in collaborazione con lo Spirabilia Quintet, in un concerto che alterna momenti di ispirazione bellica ad altri profondamente intrisi di pace.

Ingresso gratuito

Programma

Giovedì 4 ottobre - ore 21.00
Sala consiliare del Palazzo della Provincia – Sondrio

TERRA MATTA
con Stefano Panzeri

Spettacolo teatrale organizzato da Orchestra di Fiati della Valtellina in collaborazione con Provincia di Sondrio

Lo spettacolo si concentra sulla prima parte dall'autobiografia di Vincenzo Rabito, un analfabeta siciliano, uno dei tanti ragazzi 'classe 99' che sono stati mandati a combattere la crante guerra al fronte. Nel 1968, quando il suo terzo figlio si laurea in ingegneria, Rabito sente di essersi affrancato egli stesso dall'analfabetismo, prende una vecchia Olivetti e comincia a scrivere la sua vita. Nel suo diario, di più di 1.000 pagine, le parole sono separate con un punto e virgola. Rabito scrive in una lingua che è quella che ha sempre parlato, non è italiano, nemmeno siciliano, è la lingua dell'Italia rurale dei primi anni del 1900. Lo spettacolo è il racconto in prima persona dell'immane e intimo sforzo di emanciparsi e sopravvivere alla miseria; la vicenda umana del protagonista scorre in un intreccio straordinario di grande e piccola storia sullo sfondo della poverissima Italia rurale di inizio secolo, sorpresa e dilaniata dalla Grande Guerra, l'Italia della gioventù sacrificata, l'Italia delusa da una vittoria "fragile".

Ingresso gratuito

In un paese di poco più di un migliaio di persone il campo sportivo parrocchiale è il vero centro delle attività ricreative: attorno a questo rettangolo diverse generazioni hanno vissuto la propria infanzia e la loro adolescenza. Il Palio delle Frazioni racchiude in sé un pezzo della storia di Nesso e di ogni nessese.

 

 

La passione civile ha sempre animato Luigi Fagetti, indirizzandone la vita professionale e l'impegno sociale. Como: città sempre amata anche nei momenti di crisi.

 

Ricco corredo iconografico; rigore scientifico e alta leggibilità. L'intera vicenda del Teatro comasco: architettura, artisti, spettacoli. Una storia lunga due secoli.