NowFestival2017. Lo sviluppo sostenibile

173

 

IL FUTURO E’ GIA’ ARRIVATO. NOW 2017

Lo scorso mese di Maggio Como è stata protagonista di una bella iniziativa con a tema lo Sviluppo Sostenibile.
Il Now Festival del Futuro Sostenibile, organizzato da “L’Isola che c’è” e da “Ecofficine” con la collaborazione della Camera di Commercio di Como, Fondazione Cariplo, Green Know How Community, Fondazione Volta, Associazione Rete Clima solo per citarne alcuni, ha puntato in alto. Tra i relatori: Unisubria, Supsi, Iefe Bocconi, Regione Lombardia, Camera di Commercio di Milano oltre ad imprese del territorio, del parco scientifico tecnologico ComoNExT e altre.

Nove gli incontri in cui si è parlato di economia circolare, green jobs, business sostenibile, cambiamenti climatici, tutela dei consumatori, impronta ambientale, acquisti verdi degli enti pubblici.

“Ma perchè essere sostenibili? La risposta è quasi imbarazzante: perchè conviene”.

Caterina Carletti dell’Università svizzera SUPSI ha ricordato, infatti, che oggi la sostenibilità è un percorso obbligato. Parlare di sostenibilità conviene perchè ci sono situazioni esterne alle imprese che richiedono e favoriscono questo tipo di approccio. I limiti morali del mercato, la tecnologia e l’innovazione, sostiene la Carletti, sono i fattori che le imprese devono considerare, cum-sidera, cioè navigare guardando le stelle, sapendo dove si va.

Durante l’incontro che si è tenuto presso il parco scientifico tecnologico COMONExT a Lomazzo, la professoressa Carletti ha spiegato alle imprese e agli enti presenti come sia impossibile parlare di sostenibilità senza parlare di territorio. La relazione col proprio territorio è importante, in quanto nessuna impresa è un’entità a sé stante, ma benessere dell’impresa e benessere della comunità circostante sono fortemente interconnessi. L’impresa  genera valore non solo economico, ma anche sociale e ambientale a favore, quindi, non solo degli azionisti, ma di tutta una serie di soggetti con cui interagisce. E oggi le aziende  hanno a disposizione uno strumento di comunicazione strategico: il report di sostenibilità, che permette all’impresa di raccontarsi a tutte le categorie di stakeholders. Non è più tempo di parole, dice la Carletti, ma bisogna tirare fuori i numeri.

E le cinque imprese rappresentanti del settore tessile, alimentare, sociale e ambientale che si sono confrontate con questi temi durante la tavola rotonda, hanno fatto vedere i loro numeri, tanto che non ne è nato solo un interessante dibattito, ma apprezzamenti reciproci e nuove collaborazioni.

Einstein diceva: “Non penso mai al futuro – arriva sempre troppo presto” . Occorre dedicarsi a questa terra, perché il futuro è già arrivato.

 E per approfondire il tema segnaliamo la possibilità di rivedere l’interessate intervento di Kate Raworth all’incontro di apertura del NOW Festival.