OccidOriente. Terra di mezzo

Serata di beneficenza ad offerta libera a favore dei bambini del Burkina Faso.

Venerdì 12 dicembre ore 21. Auditorium don Guanella di Como

“OccidOriente – Terra di mezzo” è produzione di Teatro in Mostra riallestita per la sua attualità; uno spettacolo che parla dell’incomunicabilità tra culture, religioni e tradizioni cosi profondamente diverse come l’occidente cristiano e l’oriente musulmano.

Il testo è scritto da un autore musulmano che vive in Italia, un intellettuale “integrato” che parla dell’eterno rapporto d’amore/odio tra Oriente e Occidente.

Il risultato è uno spettacolo “politicamente scorretto” narrato con lo stile della prosa contemporanea e del teatro civile.

Liberamente ispirato al racconto "Il manichino dietro il velo"di Sadegh Hedayat

Drammaturgia. Hamid Ziarati
Regia. Eleonora Moro
Progetto teatrale. Laura Negretti
Scenografie. Armando Vairo
Con: Marco Ballerini e Laura Negretti 

Produzione. Teatro in Mostra - Como

"OccidOriente" è un testo teatrale scritto  per Teatro in Mostra dall'autore iraniano Hamid Ziarati; autore di punta delle edizioni Einaudi. Regia di Eleonora Moro.

Lo spettacolo  racconta di due donne all'apparenza completamente diverse: una giovane iraniana che vive a Teheran ed un manichino di donna che ha trascorso tutta la sua vita in una vetrina di una città italiana. Due donne legate dall'amore che prova per loro un ragazzo iraniano, studente in Italia.

Uno testo che affronta la difficile situazione della donna in Iran e nei paesi musulmani, ma che tocca anche il tema della multiculturalità e quello più ampio della difficoltà di essere accettati in quanto "diversi".  

Ricco corredo iconografico; rigore scientifico e alta leggibilità. L'intera vicenda del Teatro comasco: architettura, artisti, spettacoli. Una storia lunga due secoli.