Sondrio. Concerto per la festa della donna

 

163° concerto per l'Orchestra dei Fiati della Valtellina in occasione della festa della donna


Donne che scrivono, donne che ispirano

8 marzo 2016, ore 20.45
Teatro Sociale di Sondrio
Piazza Garibaldi - Sondrio

Prezzo: 8-28 €


ORCHESTRA DI FIATI DELLA VALTELLINA
ENSEMBLE VOCALE VIRGO VOX
ARABELLA CHORUS
Lorenzo Della Fonte, direttore
Susan Botti, soprano

DONNE CHE SCRIVONO, DONNE CHE ISPIRANO

Joan Tower (n.1938)
FANFARE FOR THE UNCOMMON WOMAN n. 2 (1989)

Annachiara Gedda (n.1986)
RIONS NOIR (2015)
prima esecuzione assoluta della versione per orchestra di fiati

Susan Botti (n.1962)
COSMOSIS (2005)

1. Overboard (Prologue)
2. The 1st Night
3. Interlude
4. The 2nd Night

Prima esecuzione europea

 

Dirk Brossé (n.1962)
OSCAR FOR AMNESTY (1988)
Nancy Garcia Siurob, voce recitante

Leonard Bernstein (1918-1990)
da WEST SIDE STORY (1957):

1. I Feel Pretty
2. Maria

Arrangiamento W. Duthoit


Andrew Lloyd Webber (n.1948)
EVITA (1976)

Arrangiamento M. Peeters

1. Ouverture
2. On This Night Of a Thousand Stars (Magaldi)
3. Eva, Beware of the City (Eva, Magaldi e la famiglia di Evita)
4. Good Night and Thank You (Che, Eva, Magaldi e gli amanti)
5. I'd Be Surprisingly Good For You (Eva e Perón)
6. Another Suitcase in Another Hall (Amante di Peron e uomini del coro)
7. A Waltz For Eva and Che (Eva e Che)
8. Don't Cry for Me, Argentina (Eva)

 

Per i biglietti (da 8 a 28€) consultate il sito del Teatro Sociale di Sondrio.

 

Susan Botti - Cosmosis


Il programma prende spunto dalla Festa della Donna, ed è diviso in due parti: nella prima si ascolteranno brani scritti da compositrici tutte donne, tutte viventi (due di esse saranno presenti, in vesti diverse), tutte ugualmente impegnate in un'attività che sembra essere appannaggio degli uomini. Un sondaggio della Baltimore Symphony Orchestra, fatto sui programmi di 89 stagioni sinfoniche 2015-16 delle maggiori orchestre, mostra che la percentuale delle compositrici tra gli autori di tutti i tempi è appena dell'1,7%. Il dato migliora di molto prendendo in considerazione i soli autori viventi, tra i quali raggiunge il 14%, ma si tratta di una cifra ancora ben lontana dall'auspicata parità. Parità invece chiaramente raggiunta in termini di qualità, e i brani di questa serata stanno a dimostrarlo.

Nella seconda parte ci saranno invece brani scritti da uomini (tre e tre, in una perfetta pari opportunità) ma dedicati a donne straordinarie, veramente esistite o frutto di fantasia, accomunate dalla matrice ispanico-sudamericana delle loro origini.

Nel primo caso rientrano Marianella García Villas (1948-1983), martire salvadoregna per i diritti civili e collaboratrice di monsignor Óscar Romero, morta a causa delle torture inflittele da militari del suo Paese, e la celebre Evita Perón (1919-1952), attrice, politica, sindacalista argentina, seconda moglie del presidente Juan Domingo Perón, che sempre sposò la causa dei diritti dei lavoratori e dei poveri.

Nel secondo caso sono rappresentati due dei principali caratteri femminili del musical di Lenny Bernstein West Side Story: quelli di Anita e Maria, amiche nella banda degli Sharks, i portoricani rivali dei Jets nell'Upper Side di New York. La prima è la ragazza, la seconda la sorella di Bernardo, il capobanda che verrà ucciso proprio da Tony, l'innamorato di Maria. In una spirale di violenza anche Tony morirà, ma sarà proprio questa morte a ottenere la riappacificazione dei rivali, per merito di Maria.

 

Ricco corredo iconografico; rigore scientifico e alta leggibilità. L'intera vicenda del Teatro comasco: architettura, artisti, spettacoli. Una storia lunga due secoli.