Mostra fotografica "Il giovane Faber" a Como

42 scatti in onore del grande cantautore

Inaugurata, in occasione del tributo a Fabrizio De André, allo Spazio Gloria, la mostra "Il giovane Faber" con le fotografie di Mimmo Dabbrescia verrà trasferita dal prossimo 6 febbraio a San Pietro in Atrio, in centro a Como, per essere alla portata di un più vasto pubblico.

Le fotografie, realizzate tra 1969 e 1974, mostrano, nonostante fossero destinate a un uso promozionale, un De André non agiografico, ma quasi intimo e familiare. Mentre nella sala del cinema provano i gruppi del tributo serale al più amato dei cantautori, il fotografo Mimmo Dabbrescia racconta volentieri la storia del suo incontro col Faber.

«Io ero a Milano, perché sono del sud, ma professionalmente milanese (del resto in Puglia, cosa vuoi?, allora potevo giusto fotografare i vini), e mi dicono di andare a Genova per delle foto a Fabrizio De André. Ci vado. Solo che lui non c'era. La moglie mi dice "se ne sarà dimenticato, è a Londra". Io dico "non c'è modo di rintracciarlo?". Lo rintracciamo e per farlo c'è voluto un giorno intero... L'appuntamento me lo dà di nuovo due giorni dopo e quella volta c'era e anche le altre volte che l'ho fotografato dopo. Mi avevano detto "E' un tipo difficile", ma non era vero.»

Le storie sono molte, e Mimmo Dabbrescia si concede volentieri anche alle domande del pubblico intervenuto all'inaugurazione della mostra. Ci sono i cantanti, i musicisti, ma ci sono anche gli artisti e i letterati. A chi gli chiede «Se è passato al digitale» risponde: «Sì, ma non per scelta, solo perché non ci sono più i laboratori che sviluppano e che stampano bene». Le fotografie, comunque ci sono sempre. Come le canzoni di Fabrizio.

 

La mostra si terrà dal 7 al 22 febbraio a San Pietro in Atrio (via Odescalchi, 3 Como).

Orari: martedì-venerdì 17.30-19.30 / sabato e domenica 15-20
inaugurazione venerdì 6 febbraio ore 18

Ingresso libero