Razionalismo. Convegno internazionale a Como

 

Como. convegno internazionale sul razionalismo

Terragni's Legacy. L'eredità razionalista: studi e archivi

Presso il Novocomum, sede dell'Ordine degli Architetti PPC di Como (via Sinigaglia, 1) il giorno 23 maggio 2015 a partire dalle ore 09.00.


Promotori

Associazione Made in MAARC
Ordine Architetti PPC di Como
Comune di Como - Assessorato alla cultura

Ideazione/coordinamento

Associazione Made in MAARC

Organizzazione

Associazione Made in MAARC
Ordine Architetti PPC di Como

 

Il 23 maggio, al Novocomum, una delle architetture simbolo di Giuseppe Terragni e tra le prime espressioni razionaliste in Italia, presso la nuova sede dell'Ordine degli Architetti PPC della provincia di Como, si terrà il numero zero di un convegno internazionale che ha l'ambizione di diventare un appuntamento di studi a cadenza biennale, sui temi del razionalismo e dell'astrattismo comaschi.

Promotori dell'iniziativa sono l'associazione Made In Maarc, l'Ordine degli architetti PPC della provincia di Como e il Comune di Como-Assessorato alla Cultura, su input di Made In Maarc il cui scopo è quello di promuovere, con continuità di iniziative, la conoscenza di quello straordinario periodo architettonico e artistico vissuto dalla città di Como tra gli anni '20 e gli anni '40 del secolo scorso che, grazie a personalità come Giuseppe Terragni, Cesare Cattaneo, Gianni Mantero, Mario Radice, Manlio Rho e Carla Badiali, per citare solo i più conosciuti, ha lasciato in eredità un grande patrimonio architettonico e artistico.

Per raggiungere lo scopo, si è pensato ad un evento a cadenza biennale come un convegno internazionale, che negli anni possa diventare un appuntamento riconosciuto anche a livello europeo e mondiale, dove periodicamente architetti e studiosi abbiano l'occasione di trovarsi e confrontarsi, approfondendo e ampliando di volta in volta gli argomenti trattati e, ci si augura, stimolando l'apertura a nuove prospettive di indagine, su temi quali i nuovi studi critici sul razionalismo anche in rapporto alle diverse esperienze europee del movimento moderno; il riconoscimento degli archivi come uno dei più importanti beni culturali e la loro valorizzazione; il restauro e la conservazione del patrimonio architettonico moderno; la persistenza delle matrici dell'architettura razionale nel panorama dell'architettura contemporanea.

L'edizione "0" di quest'anno non affronta un unico tema, ma propone una vetrina degli aspetti che verranno affrontati in modo monografico nelle successive edizioni.