Parolario. 6 settembre

PAROLARIO 2014 Quattordicesima  edizione

COMO 29 AGOSTO – 6 SETTEMBRE

IL GUSTO RITROVATO
Nutrire il corpo, coltivare l’anima

Sabato 6 settembre

CUCINA E LETTERATURA RUSSA CON DONATELLA POSSAMAI,

FIABE E LABORATORI PER I BAMBINI

E ANDREA VITALI CON I SULUTUMANA CHIUDONO PAROLARIO 2014

Si concluderà all’Hangar dell’Aero Club Como, sabato 6 settembre, la quattordicesima edizione di Parolario con il reading musicale dello scrittore comasco Andrea Vitali e dei Sulutumana che racconteranno e canteranno “Vivida mon amour” (Cinquesensi, 2014), undicesimo titolo della collana iVitali. A Parolario, inoltre, arriverà in anteprima il dodicesimo titolo della collana iVitali.

Durante la giornata spazio anche alla cucina russa, con Donatella Possamai che spiegherà il legame tra cucina, storia e letteratura russa;  alla poesia, con un reading di Laura Garavaglia su musiche di Mauro Pinciaroli e ai più piccoli con una lettura di fiabe e un laboratorio che avranno come protagonisti il miele, il latte e i missoltini, i pesci tipici del Lago di Como.

Saranno inoltre presentati i libri di Alessandro Rimassa “È facile cambiare l’Italia, se sai come farlo” (Hoepli, 2014); "Mille scudi e cento rane" (Ibis, 2014), libro postumo dell’avvocato e scrittore comasco Manlio Baccaglini, venuto a mancare lo scorso anno, presentato da Giuliana Petazzi Baccaglini, Elisabetta Broli, Mario Di Salvo e Paolo Veronesi; e "10 anni (1935-1945). Como, il lago, la montagna" (NodoLibri, 2014) di Giorgio Cavalleri e Giorgio Cosmacini.

Infine, un incontro dedicato alla presentazione dell’edizione 2015 del Premio Internazionale di Letteratura Città di Como e dell’antologia 2014.

A partire dalle 16, presso l’Hangar/Aero Club Como, degustazioni a cura di Mirtilla Bio love life - cucina bio tradizionale vegetariana e vegana: “Dolci e latte per i più piccini: muffin e dintorni. Fermi tutti c'è la merenda. Dolci variazioni dal forno di Mirtilla” e “Fritto, cotto e saltato in padella. Mirtilla street food: hamburger, frittelle e altro ancora. Tradizione e innovazione nella nobile cucina di strada”.

All’Hangar, dalle 15, in occasione dell’incontro per bambini “Miele latte e missoltini!”, si potrà fruire l’ultima installazione interattiva realizzata dagli studenti del Dipartimento di Musica Elettronica del Conservatorio di Como nell’ambito del progetto “Active Zone”: “Shape”, a cura di Massimo Colombo e Sergio Longhitano, rivolta soprattutto ai bambini, essendo caratterizzata da una dimensione prevalentemente ludica.

I piccoli spettatori saranno invitati a esplorare lo spazio antistante un grande telo bianco e, grazie ai loro movimenti, scopriranno una moltitudine di pesci e un misterioso e gorgogliante mondo acquatico.

In collaborazione con Conservatorio di Como - Dipartimento di Musica Elettronica, Laboratorio Creativo Geppetto e Camera di Commercio di Como.

Alle 16, sempre all’Hangar, l’incontro dedicato ai più piccoli "Miele, latte e missoltini!" con letture di fiabe e laboratori che avranno come protagonisti il miele, il latte e i missoltini, i pesci tipici del Lago di Como.

L’insegnante Isabella Boni leggerà le fiabe “Le api musiciste”, “La leggenda del Fiumelatte”, “I lumaghitt della notte di San Giovanni” contenute nel libro “Il missoltino dispettoso e altre storie” (Babyguide, 2011) di Eloisa Guarracino, una raccolta di nove fiabe ambientate in luoghi noti del territorio comasco. A seguire verrà proposto un laboratorio goloso e a tema: miele, latte e gusci di lumaca saranno i materiali che animeranno il divertente pomeriggio. L'incontro si concluderà disegnando missoltini sui sassi del lago, che verranno lanciati in acqua dai bambini come porta fortuna.

Letture a cura di Isabella Boni.

Introduce Raffaella Girola.

Alle 16.30, a Villa Sucota/FAR, "10 anni (1935-1945). Como, il lago, la montagna" con Giorgio Cavalleri e Giorgio Cosmacini.

Un decennio cruciale della storia d'Italia rivive nelle pagine del libro "10 anni (1935-1945). Como, il lago, la montagna” grazie alle parole dello storico Giorgio Cavalleri e agli aneddoti del professor Giorgio Cosmacini, medico e scrittore. I due autori ricostruiscono le atmosfere che precedettero il secondo conflitto mondiale, fino ai dolorosi anni della guerra.

Giorgio Cavalleri e Giorgio Cosmacini dialogano con Gerardo Monizza.

Alle 17, all’Hangar, si terrà l’incontro "Rime e ritmi del gusto" con letture di poesie a cura di Laura Garavaglia e musiche di Mauro Pinciaroli (liuto e tiorba).

Da sempre il cibo è stato per scrittori e poeti fonte di ispirazione per le loro opere. Laura Garavaglia leggerà versi di poeti che, nutrendosi del mondo, hanno scolpito indimenticabili parole: dai Carmina Popularia a Giuseppe Gioachino Belli, da Giuseppe Parini a Trilussa, da un poco conosciuto Leopardi a Marino Moretti, da Emily Dickinson ai contemporanei.

Durante l’incontro il giovane musicista Mauro Pinciaroli eseguirà l’accompagnamento musicale con liuto e tiorba.

In collaborazione con La Casa della Poesia di Como.

Alle 17.30 di nuovo a Villa Sucota/FAR per l’incontro "Tra storia, letteratura e ricette: la cucina russa" con Donatella Possamai.

Interessanti curiosità sull'arte culinaria russa sono state raccolte da Donatella Possamai nel volume “La cucina russa tra storia e letteratura” (Orme Editori, 2013): circa un centinaio di ricette tra antipasti, minestre, secondi piatti e dolci che hanno da sempre caratterizzato il popolo russo e la sua cucina. Non si tratta però di un semplice e classico ricettario, la peculiarità del libro è infatti il legame che l'autrice ricrea tra la cucina, la storia e la letteratura russa dando testimonianza di quanto la prima sia cambiata  nel corso degli anni e di quanto siano stati spesso eventi storici importanti ad averne influenzato i mutamenti.

Donatella Possamai dialoga con Lucia Bellinello.

Alle 18 all’Hangar si terrà la presentazione del Premio Internazionale di Letteratura Città di Como 2015 e dell'antologia 2014 a cura di Giorgio Albonico.

Il Premio Città di Como è il primo premio letterario del capoluogo lariano ed è rivolto ad autori e case editrici per opere edite e inedite. È suddiviso in tre sezioni: poesia, narrativa e sezione giovani.

All’edizione 2014, la prima, hanno aderito 1400 autori provenienti da tutta Italia e dall’estero: i testi sono giunti dalla Svizzera, dalla Germania, dalla Spagna, dalla Grecia e dagli Stati Uniti.

Insieme a Giorgio Albonico, ideatore del premio e presidente dell’Associazione Eleutheria che promuove il Premio, saranno presenti alcuni degli autori finalisti della prima edizione.

In collaborazione con Associazione Eleutheria.

Alle 18.30, a Villa Sucota/FAR, Giuliana Petazzi Baccaglini, Elisabetta Broli, Mario Di Salvo e Paolo Veronesi presenteranno il libro "Mille scudi e cento rane" (Ibis, 2014), libro postumo dell’avvocato e scrittore comasco Manlio Baccaglini, venuto a mancare lo scorso anno.

Il volume racconta la figura dello scienziato comasco Alessandro Volta attraverso una storia d’amore contrastata che diventa anche la via per descrivere un’intera epoca, l’età dei lumi, e la cultura scientifica di cui Volta è uno dei massimi rappresentanti in Europa.

Alle 19.30, all’Hangar, "E' facile cambiare l'Italia" con Alessandro Rimassa, Salvatore Amura e Barbara Minghetti.

“È facile cambiare l’Italia, se sai come farlo” (Hoepli, 2014) di Alessandro Rimassa è un libro per cittadini attivi, donne e uomini di qualsiasi età, che vogliono agire in prima persona nel cambiamento del nostro Paese e del sistema sociale in cui viviamo.

Questo libro, ispirandosi ai princìpi della Terza Rivoluzione Industriale e del design thinking, ne propone dieci, da utilizzare subito per far ripartire l'Italia. Per passare da una money-centered-economy a una human-centered-society.

Alessandro Rimassa, Salvatore Amura e Barbara Minghetti dialogano con Bruno Profazio.

La quattordicesima edizione di Parolario si concluderà all’Hangar alle 21 con il reading musicale di Andrea Vitali e i Sulutumana che racconteranno e canteranno “Vivida mon amour” (Cinquesensi, 2014), undicesimo titolo della collana iVitali, unico progetto in corso in Italia che fa forza sulla collaborazione continuativa tra due autori (Giancarlo Vitali e Andrea Vitali) che, pur restando nei propri percorsi indipendenti rispettivamente di pittura e di scrittura, hanno deciso di misurarsi all'interno dei confini del libro di carta.

“Vivida mon amour” narra della passione giovanile di un neo laureato squattrinato per una ragazza, Vivida. Pagina dopo pagina si viene trascinati dentro la vita dei due protagonisti: lui fa i salti mortali per offrirle il meglio e lei non se ne accorge. Lui le parla d’amore, attingendo poesia dalla conoscenza del mondo letterario, lei sbadiglia. Alla fine, sopraffatto dalla rozzezza di lei, il giovane si arma di tutto il suo coraggio e decide di non vederla più.

A Parolario, inoltre, arriverà in anteprima il dodicesimo titolo della collana iVitali.