Como: Parolario al via - Gusto e cultura del cibo

IL GUSTO E LA CULTURA DEL CIBO A VILLA DEL GRUMELLO

Dopo un assaggio e qualche anticipazione nella scorsa edizione, Parolario tornerà a parlare di sapori della tavola e di cultura del cibo con incontri volti a scoprire, e a ri-scoprire, i cibi della tradizione ma anche piatti esotici e inconsueti.

Il maestro del pane Davide Longoni, collaboratore di Slow Food nello sviluppo del progetto “Nutrire Milano”, racconterà di come la sua passione lo abbia portato a “fare il pane come una volta”, recuperando tecniche di lavorazione artigianali e grani antichi.

Un’altra passione, quella di Paola Maugeri per le questioni green e l’alimentazione a basso impatto ambientale, ha portato invece la veejay e giornalista musicale a mettere in atto nella sua vita una “rivoluzione vegana” che descrive nel libro “Las Vegans”: mangiare vegan non significa privarsi dei piaceri del buon cibo ma imparare a volersi bene.

Alessandro Marzo Magno, invece, ci riporterà indietro nel tempo, per scoprire come la cucina italiana sia stata in grado di accogliere lavorazioni e ingredienti da tutto il mondo per reinventarli e farli propri, costruendo attorno al cibo una cultura originale e un’identità collettiva.

Cibo, infatti, vuol dire anche cultura, tradizione e identità di un territorio, come quello lariano e ticinese, della cui gastronomia parleranno Alberto Capatti, primo Rettore dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, e Alfredo Vanotti, dietologo e professore in Dietetica e nutrizione alla facoltà di Medicina e Chirurgia e alla facoltà di Dietistica dell’Università degli Studi e dell’Università Bicocca di Milano. L’incontro è organizzato in collaborazione con Comocuore.

A Parolario sarà presente anche Terre di Mezzo, piccola casa editrice nata da un giornale di strada, con due dei suoi autori, i “Re della schiscetta” Jacopo Manni e Lorenzo Buonomini che parleranno di come il pranzo in ufficio stia conoscendo nuovi orizzonti, più creativi rispetto al passato e con risvolti social, tanto da diventare sempre più uno status contemporaneo.

Infine, "Mi piace essere golosa", una raccolta di articoli pubblicati su Marie Claire tra l’ottobre del 1938 e il maggio del 1940 che raccontano di una Colette appassionata, curiosa e innamorata della vita e dei suoi piaceri, dalla cucina ai sentimenti, dal cinema ai fiori. Il libro sarà presentato da Marilena Bergamaschi e Marta Cervino, giornalista di Marie Claire.

La cucina sarà protagonista anche durante l’ultima giornata di Parolario, ma questa volta a Villa Sucota/FAR: Donatella Possamai ci porterà alla scoperta della cucina russa – cucina ricca e ancora poco conosciuta in Italia, che toccò i vertici della raffinatezza con i pranzi degli zar – e di quel legame che si è creato nel tempo tra cucina, storia e letteratura russa. Donatella Possamai dialogherà con Lucia Bellinello, giornalista di Russia Beyond the Headlines, inserto de La Repubblica realizzato dal quotidiano russo Rossijskaja Gazeta.