Prove generali di Sistema: Il Canto della Terra

Il Canto della Terra: un sistema per la condivisione del palinsesto

Dodici mesi fa (era il luglio 2013) molti operatori culturali del territorio risposero all’appello del presidente della Camera di Commercio Paolo De Santis, per la costruzione di un Sistema legato agli eventi culturali e la creazione di un palinsesto integrato.

Da quel giorno - sotto la sapiente regia ed entusiasmo del presidente del Teatro Sociale Barbara Minghetti e del presidente dell’Accademia Galli Salvatore Amura - il gruppo di lavoro di SistemaComo2015 ha contattato più di settanta soggetti tra singoli operatori, associazioni, enti e imprese protagonisti del panorama culturale territoriale, raccogliendo innumerevoli proposte e selezionando – gioco forza – le più significative.

Così è nato Il Canto della Terra (titolo della celebre composizione di Gustav Mahler), cornice all’interno della quale vengono proposte le iniziative legate all’arte, al cinema, al teatro, alla musica, allo sport e a molto altro ancora, prima durante il semestre maggio – ottobre 2014 e poi in quello 2015. Il primo risultato di questa grande operazione è stato mostratolo scorso 30 gennaio in occasione dell’Expo Day tenutosi al Teatro Sociale di Como, dove davanti a più di 200 persone è stata presentata la versione prova del calendario degli eventi maggio – ottobre 2014. Prima versione che si è poi tradotta in quella definitiva distribuita per la prima volta il 29 aprile a Villa del Grumello.
Attenzione però ad identificare Il Canto della Terra solo con il palinsesto integrato.
Il Canto della Terra è anche una messa a Sistema anche per quanto concerne la comunicazione, dove ogni singolo evento del palinsesto trova spazio sui canali social di SistemaComo2015.
Il Canto della Terra è anche un’eccezionale vetrina grazie alla quale gli operatori possono mostrarsi ad un pubblico che non è più solo quello locale, e in questa direzione è stata promossa l’operazione Navigli, dove SistemaComo2015 ha messo a disposizione una piattaforma galleggiante presso l’Alzaia e dove sono stati ospitati 22 eventi provenienti dal nostro territorio, con più di 1200 persone registrate.

Il Canto della Terra è fornire strumenti per il reperimento di risorse e partnership, come sarà la Borsa dello spettacolo del prossimo autunno.

Nonostante ciò, allo stato attuale si registra ancora una certa difficoltà da parte degli operatori nel sentirsi parte integrante del Sistema, sia a livello emotivo che materiale (ad esempio la mancata affissione del logo Il Canto della Terra sul materiale promozionale dei vari eventi). E’anche e soprattutto in questa direzione che il lavoro del Sistema deve convergere, per fare sì che ci si presenti - nell’anno dell’Esposizione Universale - come (finalmente) un territorio unito.