JSC15: Remare dalla stessa parte

103

Gerardo Monizza — Lavorare per Expo, ma lavorare insieme: questo è SistemaComo 2015. Una sfida per non fermarsi…


Jsc15: Un sistema per non rischiare di fermarsi

Curioso: da circa tre anni un nutrito gruppetto di operatori sta lavorando e progettando per approfittare di Expo. L’occasione è da subito apparsa ghiotta. E interessante. Poco intelligente non approfittarne.
Un bel gruppo di operatori significa una decina di addetti, una dozzina di uffici (di enti pubblici), la serie quasi completa delle associazioni di categoria ecc. Dunque non pochi.

Tuttavia se api operaie lavorano alacremente giorno dopo giorno succede che qualche “regina” si svegli dal torpore molliccio delle concesse comodità per richiamare la truppa a migliori risultati.

Da Milano Regione e anche Expo si sollecita il “territorio” ad essere più incisivo, meglio propositivo, più veloce nell’elaborazione delle idee.

Dicono: ci son persino i soldi!

Dimenticano – invece – che tutto il fatto (da tre anni in qua) è stato fatto con investimenti propri, con idee elaborate e condivise, col superamento di mille difficoltà politiche, istituzionali ed economiche.

Il “territorio” non è stato con le mani in mano sebbene i canali della comunicazione tra Milano e le periferie provinciali siano stati piuttosto secchi. Nonostante il cattivo tempo…

L’elenco delle cose fatte è leggibile proprio in questo magazine, ma andremo a rimpolparlo col tempo. Anche perché non ha più importanza dare conto del passato quanto – invece – insistere su presente e futuro. Mancano una manciata di giorni all’Expo e nessun vorrebbe giungervi con le mani piene di mosche.

Però bisogna continuare a far Sistema che significa condividere idee, progetti, responsabilità e anche delusioni. Non sono mancate e ne avremo altre, ma almeno una cosa l’avremo imparata: che lavorare insieme porta a migliori risultati. Sempre.