Dibattiti. Psicoanalisi viva o morta?

ETICA E PSICOANALISI

La dimensione etica è data dalla attenzione alla sofferenza del paziente che viene da noi per essere aiutato a stare meglio. In questa prospettiva la psicoanalisi - nella mia accezione - non riguarda tanto la concezione del mondo, riguarda la metodologia per far stare bene o meglio una persona.

L’etica riguarda anche il cambiamento che il terapeuta può operare, mettendo in pratica le osservazioni precedentemente fatte sul rapporto a due, sulle asimmetrie necessarie, ma anche sulle simmetrie tra paziente e analista. L’asimmetria consiste proprio nella responsabilità dell’analista che in questo caso ha in mano lui la nave. Il problema della asimmetria nel processo analitico è un antico problema che un tempo veniva quasi universalmente considerato come un elemento indiscusso.

Il nuovo contesto lo ha messo un po’ in discussione attraverso una profonda riconsiderazione della esperienza analitica che abbiamo cercato di accennare nelle riflessioni sul transfert, sulla teoria del campo, sull’inconscio osservato nella sua dinamicità e nella sua rilevanza sia per il paziente ma anche per l’analista. Questo conduce al concetto della responsabilità, categoria etica per eccellenza.

È proprio qui che si evidenzia il problema etico che porta a riflettere se non sia necessario rivedere e mettere in crisi il metodo o le varie teorie. Se il paziente non migliora non necessariamente dipende solo da lui, può dipendere anche da noi che dobbiamo interrogarci e forse cambiare strategia. Questo si configura come uno squisito problema etico perché esige un cambiamento di azioni oltre che di modi di vedere la prassi terapeutica.

C’è poi un problema di etica della conoscenza che rimanda a tutto quello che abbiamo precedentemente detto. Se non siamo onnipotenti, se il nostro conoscere è relativo nel senso di non assoluto e nel senso che può avvenire solo con l’aiuto dell’altro, se tutto questo è vero, e quindi fa parte del mio conoscere, devo essere coerente e non pensare di poter fare tutto io ,sia come soggetto singolo che come costruttore di scienza.
Quello che abbiamo scritto ci porta anche a soffermarci sull’efficacia della cura con le riflessioni complicate che riguardano la validazione di un metodo così complesso .

 Continua a leggere...

 

 

La passione civile ha sempre animato Luigi Fagetti, indirizzandone la vita professionale e l'impegno sociale. Como: città sempre amata anche nei momenti di crisi.