Lake Como Essence. Grande successo a Expo

 

Lake Como Essence: non solo una mostra, ma soprattutto un contatto con migliaia di visitatori

Settimana di protagonismo, la chiamano a Expo: uno spazio di oltre 200metri quadri dove a turno regioni, territori o città si mettono in mostra. Questa scorsa settimana è toccato a Como e la sua provincia uscire dai confini e approdare al cardo di Expo, sotto Padiglione Italia.
Un successo solo in parte preventivato. Infatti si sono visti quasi 30mila visitatori italiani e stranieri. Molti anche i comaschi che hanno avuto il piacere di riconoscersi – attraverso oggetti e immagini – parte attiva di quel territorio produttivo e culturale che la provincia di Como vanta.
Parte anche turistica, molto apprezzata dagli stranieri (molti i francesi!) che hanno promesso di raggiungere presto il Lario.

Una cosa è certa: durante questa passata settimana ci si è resi conto che il visitatore di Expo conosce benissimo Como e il "mito" del suo lago anche se non vi è ancora passato. Como è celebre nel mondo e se qualche pecca – qua e là – ogni tanto salta fuori l'insieme, il risultato emotivo restano positivi.
Guardando la gigantografia del primo bacino non sono stati pochi i maliziosi che hanno cercato nell'immagine (e chiesto) della "paratie" per concludere che comunque Como, la Convalle, il Lario, i paesi restano belli. Anzi: una meraviglia!

Grande afflusso di pubblico, molti i giornalisti, numerosi gli addetti del settore turistico, molti i "colleghi" di Expo, funzionari, deputati e pure un ministro e non poco lavoro per coloro che, in questi sette giorni, hanno garantito un servizio permanente di accompagnamento, di spiegazione, di trasmissione della "comaschicità" al resto del mondo.

Ne valeva la pena? I costi dell'operazione Expo sono stati ampiamente ripagati dall'incredibile numero di contatti, dalle informazioni rilasciate a possibili turisti, a giornalisti della stampa e delle tv, persino delle radio. Tanto il materiale promozionale distribuito. Una squadra di circa venti persone impegnate dalle 9 alle 23 e che non ha mai smesso di "raccontare" Como, il Lario, La Brianza, il lavoro, le bellezze, i prodotti... Faticoso, ma molto molto divertente.

Una bella soddisfazione per SistemaComo2015 e per tutti coloro che hanno creduto fin dall'inizio in un'impresa che sembrava impossibile: togliersi i malumori di dosso e affrontare Expo (e il futuro) finalmente con allegria.