Incontro col magistrato e scrittore Giuseppe Battarino a Mozzate

Il 25 gennaio a Mozzate, presso Villa Scalabrino, si discute di giustizia

403

Venerdì 25 gennaio, ore 21
Mozzate, Villa Scalabrino (via Carducci 4)

Il Comune di Mozzate e ANPI Seprio, in collaborazione con Associazione Giovani In Centro, propongono un incontro con Giuseppe Battarino, scrittore e magistrato, autore per NodoLibri del volumetto Il tempo della giustizia.

Durante la serata, verrà proiettato il videomontaggio Niente è mai semplice, di Tommaso Finizio e Giuseppe Battarino.

Ingresso libero.

Per approfondire:
Giuseppe Battarino, Il tempo della giustizia. Razionalità e garanzie in un tempo esatto
NodoLibri, Como 2017, collana “Il Tempo”, 82 pagine, euro 8

La ricerca della giustizia umana è consapevole, nelle sue impostazioni teoriche e nelle sue realizzazioni pratiche, della limitatezza dei propri mezzi. Uno dei mezzi a disposizione e, insieme, uno dei vincoli di chi opera negli apparati organizzati al fine di tentare quella ricerca – cioè di chi amministra giustizia – e di chi fornisce le regole per rendere possibile e utile quella ricerca – cioè di chi fa le leggi – è il tempo. Quella ricerca non è generica equità né vago umanesimo ma scienza e arte delle relazioni tra gli esseri umani e tra essi e un ordine generale, che sappia darsi luoghi di esercizio della razionalità e tempi per ogni risultato atteso. Un “tempo esatto”, l’ex-agere quei tempi e quei luoghi dal fluire della vita comune affinché la vita comune possa fluire.

Giuseppe Battarino, nato a Lugano nel 1959, ha lavorato in un’azienda di telecomunicazioni ed è stato dirigente del Comune di Como; magistrato dal 1991, ha svolto funzioni di giudice penale e pubblico ministero in Lombardia e in Calabria; attualmente collabora con la Commissione parlamentare d’inchiesta sulle ecomafie.
Ha insegnato diritto penitenziario e diritto processuale penale nell’Università dell’Insubria.
Ha pubblicato oltre trenta articoli e monografie in materia giuridica.
È autore di racconti e di lavori teatrali.
Con NodoLibri ha pubblicato anche Il confine lieve. Scritti dall’Insubria.