Tsc. Giovanni Sollima in concerto

 

sollima. dal barocco allo stile elegante

Venerdì 13 gennaio - ore 20.30
Teatro Sociale di Como

GIOVANNI SOLLIMA IN CONCERTO

Antonio Vivaldi
Concerto in la min RV 420 per violoncello e archi

Gaetano Donizetti
Concerto in re minore per violino,violoncello e archi

Johann Sebastian Bach
Concerto Brandeburghese n. 3 in sol maggiore BWV 1048

Luigi Boccherini
Concerto n. 3 in sol maggiore G 480 per violoncello e archi

Giovanni Sollima
L. B. Files per violoncello, archi e sampler

Violoncello solista e direttore
Giovanni Sollima 
I Solisti Aquilani

L’energico e inconfondibile piglio del grande violoncellista siciliano Giovanni Sollima torna a calcare le scene del Sociale con un programma ricco che spazia dal barocco allo stile galante, con qualche incursione in un autore solitamente legato al Bel canto come Donizetti, trasformatosi qui nella rara veste di compositore di musica strumentale. Il raffinato complesso dei Solisti Aquilani accompagnerà Sollima anche in un pezzo dell’autore, famoso per la ricercatezza di effetti sonori insoliti e sorprendenti.

 

GIOVANNI SOLLIMA

Giovanni Sollima è un vero virtuoso del violoncello. Suonare per lui non è un fine, ma un mezzo per comunicare con il mondo. È un compositore fuori dal comune, che grazie all’empatia che instaura con lo strumento e con le sue emozioni e sensazioni, comunica attraverso una musica unica nel suo genere, dai ritmi mediterranei, con una vena melodica tipicamente italiana, ma che nel contempo riesce a raccogliere tutte le epoche, dal barocco al metal. Scrive soprattutto per il violoncello e contribuisce in modo determinante alla creazione continua di nuovi repertorio per il suo strumento.

Nasce a Palermo da una famiglia di musicisti. Studia violoncello con Giovanni Perriera e Antonio Janigro e composizione con il padre Eliodoro Sollima e Milko Kelemen. Fin da giovanissimo collabora con musicisti quali Claudio Abbado, Giuseppe Sinopoli, Jörg Demus, Martha Argerich, Riccardo Muti, Yuri Bashmet, Katia e Marielle Labèque, Ruggero Raimondi, Bruno Canino, DJ Scanner, Victoria Mullova, Patti Smith, Philip Glass e Yo-Yo Ma.
Insieme al compositore-violoncellista Enrico Melozzi, ha dato vita al progetto dei 100 violoncelli, nato nel 2012 all’interno del Teatro Valle occupato, con lo scopo di dimostrare che si possono abbattere anche barriere di carattere pratico, grazie alla bellezza. Musicisti di età e formazione diversa, interscambio tra culture e livelli differenti, laboratorio permanente.

Giovanni ha inciso per SONY: Works and We Were Trees, per Glossa Neapolitan Concertos e Giovanni Battista Costanzi, per Egea Caravaggio e Aquilarco, per Decca Onyricon (nel novembre 2015). Sollima insegna presso l’Accademia di Santa Cecilia a Roma e alla Fondazione Romanini di Brescia.
Suona un violoncello Francesco Ruggeri fatto a Cremona nel 1679.

 

Informazioni:

www.teatrosocialecomo.it tel 031 270170
Biglietti 20,00€+ prevendita