Idee. L’innovazione secondo Enrico Lironi

66

 

intervista a enrico lironi nell’ambito innovativo di comonext

La Giornata dell’Innovazione è l’occasione per ragionare sull’innovazione a 360 gradi.
Cos’è l’innovazione oggi? E in futuro?
Enrico Lironi di Camera di Commercio racconta la sua idea di innovazione nella speciale cornice di ComoNExT, dove l’innovazione nasce e cresce.

Cosa significa innovazione a ComoNExT in questo momento storico?
Significa avvicinare i giovani, le scuole in particolare, superiori e non solo, significa selezionare aziende innovatrici con il bando camerale. La Giornata dell’Innovazione è l’occasione per conoscere idee interessanti che potrebbero diventare aziende. Più in generale, il termine innovazione era alla base della nascita di ComoNExT negli anni scorsi e lo è anche in una prospettiva presente e futura.
La filosofia che sta alla base di ComoNExT prosegue non a parole ma nei fatti.

Cosa dicono i fatti?
I fatti dicono che in modo particolare i giovani, ma non solo loro, a qualunque disciplina appartengano, sia chi sta seguendo studi tecnici sia coloro che seguono studi umanistici, possono avere, come di fatto hanno, idee. Noi cerchiamo di aiutare queste brillanti idee a svilupparsi a crescere. Questa è l’innovazione.

Quando si fermerà l’innovazione?
Penso che non ci sarà mai un limite a innovare. I tempi porranno tematiche diverse. A ComoNExT abbiamo testimonianze di complessità che vengono affrontate. A volte però l’innovazione è anche una banalità che fino a quel momento nessuno aveva pensato di affrontare. L’innovazione è la risposta anche a piccoli problemi in termini più rapidi e intelligenti.

Innovazione e invenzione come convivono?
Innovare vuol dire trovare una soluzione anzitutto teorica. È poi l’invenzione a dare concretezza a questa soluzione teorica. Io innovo creando una risposta che però poi devo concretamente coniugare con le varie tecniche inventando una risposta concreta.