Festival. Caffeine Merate Danza 2018

 

cinque serate aperte a tutti, organizzate dal Circuito CLAPS

29 settembre e 7-13-20-27 ottobre

Il Circuito CLAPS, in collaborazione con il Comune di Merate, presenta la nuova edizione di CAFFEINE MERATE DANZA, il festival di danza contemporanea che si svolge ogni anno all’inizio dell’autunno, con diversi spettacoli (all’auditorium cittadino e all’anfiteatro dell’ex Area Cazzaniga). Cinque appuntamenti tra la fine di settembre e tutto il mese di ottobre mostreranno il lavoro di ben sette compagnie nazionali e internazionali.

L’apertura

Un’inaugurazione speciale per Caffeine Merate Danza 2018: il primo appuntamento, che si terrà sabato 29 settembre alle ore 21.00 presso l’Anfiteatro Area Monsignor Basilico, è adatto a un pubblico di adulti e bambini, ragazzi e famiglie. A Merate, infatti, arriva il circo contemporaneo di Nando e Maila, con musica dal vivo e gli strumenti più impensati, acrobazie e tante risate. Nel loro “Sconcerto d’amore” sono una coppia di artisti - musicista eclettico lui e attrice/acrobata lei - eternamente in disaccordo sul palcoscenico, come nella vita. Trasformano la struttura autoportante, dove sono appesi il trapezio e i tessuti aerei, in un’imprevedibile orchestra di strumenti - i pali diventano batteria, contrabbasso, violoncello, arpa e campane e si mescolano ad altri strumenti.

La danza all’auditorium Comunale
Quattro serate dedicate alladanza contemporanea, per un totale di 6 appuntamenti.

Si inizia domenica 7 ottobre dalle ore 17.30 con la Serata eXpLo: all’Auditorium di Piazza degli eroi saranno presentati tre titoli selezionati dal pubblico durante la preview dello scorso 28 aprile, coordinata dalla direzione artistica del Circuito CLAPS. Ad aprire la serata, la compagnia italo-francese MF con “Chenapan”, una pièce che indaga sul bisogno di tornare bambini e tornare a gioire delle semplici situazioni quotidiane della vita.

A seguire, Mattia Russo e Antonio De Rosa della compagnia italo-spagnola Kor’sia, interpreteranno “Yellow place”, una coreografia che racconta la storia di un incontro. Per chiudere, un pezzo a sorpresa e un dibattito coordinato dal Circuito CLAPS, per conoscere gli artisti e permettere al pubblico di porre domande su quanto appena visto. La serata eXpLo è frutto della collaborazione tra il Circuito CLAPS e il network Anticorpi XL, la prima rete italiana per la giovane danza d’autore, composta da 37 operatori di 15 regioni diverse.

Il secondo appuntamento con la danza è in programma sabato 13 ottobre. Silvia Gribaudi presenta “R.OSA_10 esercizi per nuovi virtuosismi”, con Claudia Marsicano (premio UBU attrice under 35). La performance si inserisce nel filone poetico della Gribaudi, che con ironia porta in scena l’espressione del corpo della donna, ispirandosi alle immagini di Botero, al mondo anni ‘80 di Jane Fonda, al concetto di successo e prestazione.

Sabato 20 ottobre è la volta di “7 quadri + 1” della storica compagnia veneta Tocnadanza, l’idea di questo spettacolo nasce per il 25° anniversario della fondazione della Compagnia ed è una riflessione sul percorso della coreografa Michela Barasciutti con Tocnadanza.

“Frog” di Déjà Donné chiuderà Caffeine Merate Danza, sabato 27 ottobre. Lo spettacolo è stato selezionato a Next – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo, ideato e promosso da Regione Lombardia, nella stagione 2017/2018.Uno studio coreografico con sei danzatori in scena, sulla figura della rana e sulle sue capacità di movimento, trasformazione e liberazione.

> Calendario Caffeine Merate Danza 2018
> Schede degli spettacoli

Informazioni:

Biglietteria. Intero € 10 - Ridotto (under25, over 65) €8
I biglietti sono in vendita nei luoghi di spettacolo da un’ora prima dell’inizio della rappresentazione e online su www.claps.lombardia.it.
Tel. +39 030 8084751
Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In un paese di poco più di un migliaio di persone il campo sportivo parrocchiale è il vero centro delle attività ricreative: attorno a questo rettangolo diverse generazioni hanno vissuto la propria infanzia e la loro adolescenza. Il Palio delle Frazioni racchiude in sé un pezzo della storia di Nesso e di ogni nessese.

 

 

 

Ricco corredo iconografico; rigore scientifico e alta leggibilità. L'intera vicenda del Teatro comasco: architettura, artisti, spettacoli. Una storia lunga due secoli.