Fotografia. Le cattedrali dell’energia

127

la contemporaneità della campagna fotografica di Francesco Radino

13 – 30 settembre 2017
Palazzo Pretorio – Piazza Campello, 1 – Sondrio

LE CATTEDRALI DELL’ENERGIA
Architettura, industria e paesaggio nelle immagini di Francesco Radino e degli Archivi Storici Aem
a cura di Francesco Radino e Fabrizio Trisoglio

Inaugurazione martedì 12 settembre – ore 18.00

La selezione di scatti realizzati da Francesco Radino, esposta fino al 30 settembre, illustra gli edifici, i luoghi e le architetture del Gruppo A2A dediti alla produzione dell’energia dal nord al sud Italia.

Ideata e promossa dalla Fondazione Aem – Gruppo A2A e curata da Francesco Radino e Fabrizio Trisoglio, la rassegna, ultima tappa in territorio valtellinese, nel corso dell’ultimo anno è stata accolta con successo alla Casa dell’Energia e dell’Ambiente di Milano, all’Urban Center Milano, alla Banca Popolare di Sondrio a Bormio, a Palazzo Foppoli di Tirano.

La campagna fotografica a colori, realizzata da Francesco Radino nel 2016, traccia un lungo percorso, una preziosa testimonianza della contemporaneità attraverso le immagini di costruzioni, storiche e moderne, dall’aspetto molto differente, che uniscono utilità ad estetica e creano equilibri individuali con la natura circostante. Ne sono esempio la prima centrale idroelettrica Aem, costruita in Valtellina nel 1910, a Grosotto ancora oggi in attività, con una struttura monumentale, imponente nelle dimensioni e caratterizzata da uno stile architettonico legato a stilemi classici, volta a celebrare progresso e virtù civiche; la centrale idroelettrica di Roasco, progettata dal celebre architetto Piero Portaluppi e avviata nel 1922, che ricorda un castello medievale; quella di Fraele, collocata a 1300 metri d’altezza, dalla matrice neorinascimentale e neoromanica, aperta nel 1928 e attualmente adibita a manifestazioni culturali. Le centrali più recenti, infine, quella di Grosio, attiva dal 1960 e quella di Premadio del 1956 si caratterizzano per il loro impianto estetico più moderno, importantissimo patrimonio archeologico-industriale. Nel percorso espositivo, dalle centrali valtellinesi si passa a quelle milanesi e bresciane per arrivare a quelle Friulane fino agli splendidi invasi della Calabria.

Alberto Martinelli, presidente di Fondazione Aem – Gruppo A2A, che da oltre tre anni attraverso un’inedita serie di mostre fotografiche e convegni ha creato un dialogo tra patrimonio storico e contemporaneo, commenta: “Insieme ai luoghi storici di Aem e delle altre realtà che compongono oggi il Gruppo A2A, la nuova campagna fotografica di Francesco Radino ha indagato i più moderni impianti dell’azienda e i suoi nuovi territori di competenza, partendo da quelli più storici della Valtellina ai più recenti diffusi su tutto il territorio italiano”.

L’esposizione è corredata da un prezioso volume di oltre 150 immagini di grande valore storico e artistico che approfondiscono significativamente il tema. Nel libro, a cura di Francesco Radino e Fabrizio Trisoglio, sono presenti le introduzioni istituzionali di Alberto Martinelli, presidente di Fondazione Aem – Gruppo A2A e di Giovanni Valotti, presidente A2A e importanti contributi critici di: Roberto Mutti, Francesco Radino, Ornella Selvafolta e Fabrizio Trisoglio. Il coordinamento generale è di Luisa Toeschi, consigliere di amministrazione di Fondazione Aem.
La mostra si avvale del patrocinio di Museimpresa, l’associazione italiana dei musei e degli archivi d’impresa e di Rete Fotografia.

Coordinate mostra:

Titolo LE CATTEDRALI DELL’ENERGIA. Architettura, industria e paesaggio nelle immagini di Francesco Radino e degli Archivi Storici Aem
A cura di Francesco Radino e Fabrizio Trisoglio
Sede Palazzo Pretorio, piazza Campello 1 – Sondrio
Date 13 – 30 settembre 2017
Inaugurazione martedì 12 settembre, ore 18
Orari lunedì – domenica, dalle 9.30 alle 19
Catalogo a cura di Francesco Radino e Fabrizio Trisoglio
Coordinamento generale Luisa Toeschi
Ingresso libero
Info pubblico Tel. +39 02 7720 3935 – Fax +39 02 7720 3894
fondazioneaem@a2a.eu – www.fondazioneaem.it