Festival Como Città della Musica. VI edizione di “Opera Baby”

198

XIII Festival Como Città della Musica
edizione speciale
Note in Villa

Sabato 4 luglio 2020, ore 16.30 e 17.30
Prima assoluta
VILLA DEL GRUMELLO
OPERA PER BAMBINI DA 0 A 3 ANNI – OPERA BABY VI edizione

Si gioca e si cresce ovvero Storia di Gilda e Rigoletto
Tratto da Rigoletto di Giuseppe Verdi
Regia di Eleonora Moro
Drammaturgia musicale di Giorgio Martano
Sara Zanobbio, attrice
Paolo Camporesi, fisarmonicista

_____________________________________________________________________

È la prima volta che una produzione di Opera Education debutta durante il Festival Como Città della Musica; il contesto, solitamente, è quello invernale, parallelo alle attività di asili ed istituzioni scolastiche, o ai vari percorsi di apprendimento intrapresi da bambini e famiglie; la sede abituale è il palcoscenico del Teatro Sociale di Como, che funge anche da platea, per i bambini, che lì hanno modo di avvicinarsi agli interpreti, sentire, percepire, toccare, giocare con gli elementi di scena.
In questa edizione, e per questa prima assoluta, tutto è trasposto nel Parco di Villa del Grumello (Sabato 4 luglio 2020, ore 16.30 e 17.30) e nel Parco di Villa Erba (Sabato 11 luglio ore 16.30 e 17.30), quattro recite, che sono state ripensate per rispettare tutte le misure di sicurezza e ottemperare alle norme dettate dall’ordinanza della Regione Lombardia n.556 del 12/06/2020.
Si gioca e si cresce ovvero Storia di Gilda e Rigoletto è destinato a bambini da 0 a 3 anni, una declinazione di Rigoletto, per la regia di Eleonora Moro, la drammaturgia musicale di Giorgio Martano, con Sara Zanobbio sulla scena e Paolo Camporesi alla fisarmonica.


Felici di far debuttare questo piccolo gioiellino dedicato ai bambini” afferma Barbara Minghetti, Curatore Opera Education e Progetti Speciali Teatro Sociale di Como AsLiCo “La storia di un papà che insegna alla sua bambina le prime reazioni alle tensioni e alla gioie della vita, che nel parco meraviglioso di Villa del Grumello e poi di Villa Erba, acquisterà una magia particolare

L’ideazione musicale è tratta dall’opera originale, di cui sono state messe in risalto le arie ricorrenti per invitare all’ascolto; l’esperienza promuove la sperimentazione tramite tutti i sensi con colori, forme, materiali e linguaggi pensati per una configurazione scenica a misura di neonato.
La musica ed il canto raccontano la storia del cambiamento e della crescita dei due protagonisti del dramma di Verdi.
Uno spazio circolare sarà teatro del ‘prima’ e del ‘dopo’, di cosa accade quando un figlio sconvolge la vita della famiglia.
Rigoletto offre lo spunto per un racconto d’amore: come forza che muove il mondo, sconvolge le vite di chi lo incontra.
Ed ecco che un padre crudele e beffardo, Rigoletto appunto, ama sua figlia, Gilda, con potente dolcezza, inimmaginabile ai più, a chi lo conosce solo per la sua “maschera” esteriore.
L’amore è spesso tenuto segreto, come il vero volto sotto la maschera di un comico. La nostra storia parla di questo fiore segreto, di come le cose cambino nel momento in cui qualcosa di nuovo accade in una ruota che ha sempre girato nello stesso modo.

Le famiglie sono invitate a portare una coperta su cui potersi accomodare sul prato, per assistere allo spettacolo e creare uno ‘spazio’ familiare ad hoc.