Expo2015. La sfida continua

151

Expo2015. Prima, durante e dopo. comunque

Mancano 200 giorni, neanche sette mesi. Mancano cose, manca molto, manca quasi tutto. Mentre gli omini lavorano laggiù (vedi drone settimanale) nella piana non fantastica di Mazzo di Rho (un’area ex petrolifera) Expo fatica a nascere.
Si dice in giro che il “parto” sarà cesareo insomma all’italiana. Cioè all’ultimo momento.
Come sempre.

Ma noi, Sistema alla periferia dell’impero ci siam sentiti dentro l’idea di stare nel mondo socio economico culturale che vede in Expo un’opportunità per Como, per la Lombardia, per la Nazione. E in tal senso abbiamo lavorato.

Saremo dunque all’Expo, ma anche dove il clima di collaborazione ci sta portando: a lavorare insieme con i singoli e con le aziende, con impresari, imprenditori, creativi e amministratori. Con tutti quelli che han creduto nel progetto di valorizzazione del territorio comense, del Lario, della Brianza. Prima, durante e dopo Expo. Soprattutto dopo.

{jcomments on}