Eventi. “Teatro in Mostra” in scena con tre nuovi appuntamenti

91

TEATRO IN MOSTRA – 3 SPETTACOLI – 3️ SERATE – 3️ LOCATION…

04.09.20 CAFFÈ BELLE ÉPOQUE | Senago, Parco Monzini | Ore 21.00 | INGRESSO LIBERO

​05.09.20 IL DIVORZIO | Bulgarograsso, Piazza Falcone (in caso di pioggia, Area Feste) | Ore 21.00 | INGRESSO LIBERO

​​06.09.20 IL DIVORZIO | Oggiono, Villa Sironi (in caso di pioggia, Aula Magna Ist. Marco d’Oggiono) | Ore 21.00 | INGRESSO LIBERO

IL DIVORZIO

Drammaturgia Magdalena Barile – Regia Luca Ligato – Con Antonio Grazioli, Laura Negretti, Gustavo La Volpe, Sacha Oliviero, Giusy Colaci

Il divorzio oltre che spassoso e divertentissimo, vuole anche essere un omaggio teatrale al cinema italiano e alla commedia tra le commedie; Divorzio all’italiana di Pietro Germi. Un capolavoro di comicità conosciuto in tutto il mondo e grazie al quale l’Italia vinse il Festival di Cannes nel 1962 come miglior commedia grazie anche alla memorabile interpretazione di Mastroianni e ottenne l’Oscar per la miglior sceneggiatura originale.

Film che diede origine al genere della Commedia all’italiana! Un ironico e divertentissimo ritratto della mentalità e delle pulsioni di una certa Sicilia di provincia dell’inizio degli anni ’60 che prende di mira, con graffiate ironia e con un sarcasmo a volte feroce, due situazioni di arretratezza legislativa di un’Italia in pieno boom economico: la mancanza di una legge sul divorzio, che arriverà solo nel 1970, e soprattutto l’anacronistico articolo 587 del codice penale che regolava il delitto d’onore, che verrà abolito soltanto venti anni dopo. Un esilarante spaccato di vita italiana in formato anni ’60 visto attraverso una stortura del Codice penale quale fu il Delitto d’onore!

LA TRAMA

Sicilia, inizio degli anni ’60. Nell’immaginario paese di Agramonte vive il barone Ferdinando Cefalù, detto Fefè. L’uomo è coniugato con l’assillante Rosalia, donna bruttina che lo ama appassionatamente ma per la quale ha perso ogni attrazione. Fefè è infatti innamorato della bella e giovane cugina Angela e non potendo ricorrere al divorzio, non ammesso dalla legge italiana, decide di ricorrere al cosiddetto “Delitto d’onore”, ma per farlo dovrà prima trovare un amante alla moglie così da poterli sorprendere insieme, ucciderli e scontata una lieve pena per motivo d’onore sposare finalmente l’amata Angela. Ma, tra calde notti estive al chiaro di luna e mandolini che suonano, il piano non andrà come Fefè spera e le cose si complicheranno…

TRAILER   https://youtu.be/XiR8vhJ1E1w

 —

CAFÈ BELLE ÉPOQUE

Drammaturgia e Regia Marco Filatori – Con Alessandro Baito e Laura Negretti

Uno spettacolo scoppiettante che ricrea l’atmosfera indimenticabile dei mitici Cafè Chantant parigini durante la Belle Époque; can-can, champagne, frizzi e lazzi e tanto divertimento!

Luoghi incantati e scintillanti in cui si consuma la romantica e commovente storia d’amore tra Alfredo e Margherita; i due amanti resi immortali dalle parole di Alexander Dumas e dalla musica celestiale de la Traviata di Giuseppe Verdi.

Nella nostra storia però ci saranno ben due Alfredo e due Margherita!

Lui, il nostro Alfredo, è un cameriere dall’animo gentile che lavora in un Cafè parigino; lei, la nostra Margherita, bella e malata di tisi (come nelle storie di Dumas e Verdi) lavora con lui nello stesso Cafè.

Soni innamorati e timidi, così timidi che riusciranno a confessarsi il loro reciproco amore solo raccontandosi a vicenda, e poi rivivendola, la storia dei loro omonimi più famosi. Questa volta però, tra una passeggiata lungo i boulevard e un tramonto a Montmartre, forse il finale non sarà tragico!

La storia “piccola” di due innamorati che si muove all’interno della “grande storia” e che dalla gioia e dai folli divertimenti della Belle Époque lentamente scivola nel baratro della Prima Guerra Mondiale!

Un allestimento particolarmente emozionante dove le note di Verdi strizzano l’occhio alle atmosfere frizzanti del Moulin Rouge per poi fondersi con la suggestiva scenografia creata dalle magnifiche e seducenti donne di Giovanni Boldini; pittore italiano divenuto uno degli esponenti principali della vita artistica parigina durante il periodo della Belle Époque. Una rilettura affascinante de la Traviata fusa con la strepitosa arte di Boldini!

TRAILER  http://www.youtube.com/watch?v=p34cY3Q_0-k&feature=relmfu