Bulgarograsso. “La spartizione ovvero Venga a prendere il caffè da noi”

233

1 GIUGNO – BULGAROGRASSO
Tendone Area Feste – Via Cavallina

19.30 – Apericena a offerta libera
21.00 – Spettacolo teatrale con ingresso libero

“LA SPARTIZIONE OVVERO VENGA A PRENDERE UN CAFFÈ DA NOI”
di Piero Chiara

Adattamento e regia Marco Filatori
Musiche originali Carlo Boccadoro
Scenografie Armando Vairo
Con Stefania Apuzzo – Alessandro Baito – Antonio Grazioli – Laura Negretti – Silvia Ripamonti – Ermanno Stea
Produzione Teatro in Mostra – Como

Ingresso libero

La spartizione ovvero Venga a prendere il caffè da noi” tratta dall’omonimo romanzo di Piero Chiara

LA TRAMA
Protagoniste della storia sono le tre sorelle Tettamanzi: Tarsilla, Fortunata e Camilla, vissute nel piccolo mondo di un paese (Luino), all’ombra di un padre padrone (Mansueto di nome ma non di fatto) e del prevosto, tutte casa e chiesa e piene dei timori e dei pudori di chi il mondo lo guarda da lontano. Tempo e muffa hanno steso su di loro una coltre di perbenismo claustrale e bigotto. Ma dopo tanti anni di vita uguale, anche la novità può diventare una forma di felicità, per quanto ambigua ed egoista e può diventarlo nonostante ogni compromesso. In questo caso la novità si chiama Emerenziano Paronzini, un uomo mediocre e di magro sentire, un grigio burocrate armato però di uno scopo preciso: “Una sistemazione coniugale nella quale l’amore non avrebbe dovuto entrare neppure per caso. L’arrivo di Paronzini dà il là ad un teatrino di vizi privati e pubbliche virtù, dove casa Tettamanzi è il palco e Luino la platea: nei piccoli centri, si sa, le voci corrono.

Alla fine la scelta cadrà sulla non più giovane Fortunata e la corte inaspettata del Paronzini sconvolgerà l’equilibrio famigliare delle tre zitelle, giacché ciascuna è determinata a farlo innamorare. All’uomo non resterà che accettare la situazione e dividersi tra le tre. Nonostante il matrimonio con Fortunata, infatti, l’uomo riesce a passare da un letto all’altro, accontentando anche le altre due e rendendole felici: convincendosi così di essere diventato il vero padrone di casa, o meglio, il gallo del pollaio.

Ma la realtà sarà ben diversa: perché sono le tre sorelle che comandano il gioco e alla fine saranno loro a spartirselo!