5 Giugno Giornata Mondiale dell’Ambiente

109

Giornata dell’Ambiente: festa internazionale e impegno locale

Il 5 giugno si festeggia la giornata mondiale dell’ambiente.
Una giornata in cui siamo invitati a riflettere sull’ambiente e a prendere maggior consapevolezza della situazione di gravità in cui, innegabilmente, versa.
Come ricorda anche Papa Francesco nella sua enciclica “Laudato sì” in cui scrive: “Una parte della società sta entrando in una fase di maggiore consapevolezza. Si avverte una crescente sensibilità riguardo all’ambiente e alla cura della natura, e matura una sincera e dolorosa preoccupazione per ciò che sta accadendo al nostro pianeta”.
Il problema dl surriscaldamento globale è ormai sotto gli occhi di tutti. Sempre il Papa ci aiuta a fermarci un attimo a pensare che “Il clima è un bene comune, di tutti e per tutti” e che “l’umanità è chiamata a prendere coscienza della necessità di cambiamenti di stili di vita, di produzione e di consumo per combattere questo riscaldamento o, almeno, le cause umane che lo producono e lo accentuano”.

Anche il mondo imprenditoriale è chiamato a rispondere a questa urgente domanda, sempre tenendo come meta il proprio business e la propria crescita.
Oggi questo è non solo possibile, ma sempre più conveniente. Le aziende che hanno investito nella “green economy” o meglio che hanno scommesso sulla sostenibilità, soprattutto ambientale, sono state ampiamente ripagate.

Dal Report Greenitaly 2015 di Unioncamere e Fondazione Symbola emerge chiaramente: le aziende che hanno puntato sulla sostenibilità e sull’efficienza hanno esportato ed innovato di più delle altre imprese e hanno visto il proprio fatturato aumentare a fronte anche di un incremento dell’occupazione.
E c’è ancora una grande margine di crescita per chi vuole stare al passo con i tempi.

“Ma le istituzioni stanno effettivamente riuscendo a innestarsi in questo processo già in atto da tempo, e a stare al passo con quelle aziende innovative che, anche in assenza di misure normative agevolanti, hanno intrapreso questo percorso? E cosa possono fare per supportare quelle aziende che invece da sole non riescono a cogliere i germi di questo cambiamento?” Ci si domanda ad un convegno su” Moda driver dell’economia circolare” organizzato da IEFE Bocconi. ( Si veda Iraldo, Bruschi, Melis e&m PLUS SDA Bocconi).

La Camera di Commercio di Como in questi anni di cambiamento sta accompagnando le imprese del proprio territorio con una serie di iniziative volte proprio a valorizzare e incrementare le scelte imprenditoriali “green”.

Dal 2011 al 2014 sono stati elargiti alle imprese quasi 850.000 euro per interventi di efficientamento e risparmio energetico; nel 2015 il progetto “Exponiamocidài” ha supportato 10 aziende che hanno aderito all’iniziativa sui temi dell’innovazione e della sostenibilità attraverso formazione e consulenza altamente qualificata e garantendo visibilità con vari strumenti per incentivare e accompagnare gli imprenditori a comunicare verso l’esterno le iniziative sostenibili intraprese.

L’azienda speciale Sviluppo Impresa affianca Unioncamere Lombardia nel progetto STEEEP all’interno del programma comunitario “Intelligent Energy for Europe” per trasferire a 20 aziende del territorio alcuni strumenti per la valutazione e il miglioramento dell’efficienza energetica.

A partire dal 2013 il ciclo di incontri “Innoviamocidài” permette a ricercatori delle più prestigiose università lombarde di incontrare le aziende attraverso seminari e tavole rotonde – anche all’interno di EXPO – e di dialogare e confrontarsi sui principali temi della sostenibilità ambientale.

Oggi la Camera di Commercio di Como, in collaborazione con l’Università Carlo Cattaneo LIUC e Unindustria Como, promuove l’Osservatorio di Sostenibilità. Le imprese interessate a collaborare attraverso una semplice intervista possono rivolgersi allo Sportello Ambiente della Camera di Commercio di Como. In cambio avranno non solo una valutazione della sostenibilità della propria impresa e indicazioni di miglioramento fornite da personale altamente qualificato, ma anche visibilità verso l’esterno.

La Camera di Commercio di Como vuole essere a fianco delle imprese certa che “le scelte orientate in senso ambientale non sono un peso, ma una straordinaria chiave per affrontare la crisi” ( Greenitaly Report 2015).